Lancia alcol addosso alla sorella dopo averla aggredita per i soldi

Lancia alcol addosso alla sorella dopo averla aggredita per i soldi
2 Minuti di Lettura
Sabato 30 Aprile 2022, 13:25 - Ultimo aggiornamento: 14:21

Ha aggredito la sorella e le ha svuotato addosso una bottiglia di alcol etilico. Poco dopo, però, è stato arrestato dalla Polizia. In carcere è finito un 47enne pregiudicato di Taranto. L'aggressione si è verificata l'altra giorno nel rione Tamburi. L'uomo avrebbe assalito la sorella dopo aver violato gli arresti domiciliari. A innescare la sua furibonda reazione il fatto che la familiare aveva rifiutato di dargli dei soldi

La figlia prende 5 al compito. Il padre non gradisce il voto e prende a pugni il professore

L'aggressione

I poliziotti della squadra volante sono giunti sul posto dopo una segnalazione. Alla centrale, infatti, ha telefonato un passante. Il pregidicato, in preda ad una crisi d’ira, ha prima aggredito la sorella, e poi le ha versato sul corpo una bottiglia di alcool etilico. I poliziotti hanno rintracciato la vittima, una donna di 55 anni, la quale, insieme al figlio ed all’anziana madre, era ancora davanti allo stabile di residenza, con gli indumenti bagnati di alcool. La malcapitata, in evidente stato di agitazione e dolorante per i colpi ricevuti dal fratello, è stata soccorsa dai sanitari del 118 ed è stata accompagnata presso il Pronto Soccorso.

Lite in strada per mancata precedenza: automobilista lo aggredisce e lui lo accoltella al volto

I soldi

Stando a una prima ricostruzione della vicenda, il 47enne avrebbe violato i domiciliari e si sarebbe presentato sotto casa della sorella pretendendo 2mila euro per far fronte a spese legali. La donna, dopo aver discusso animatamente dal balcone, accompagnata dal figlio e dalla madre, è scesa in strada per affrontare il fratello, solo che il litigio è degenerato. Dopo l'aggresione, il tarantino è tornato a casa dove è stato rintracciato e arrestato con le accuse di evasione e tentata estorsione, mentre a piede libero è stato denunciato per lesioni. Dopo le formalità di rito è stato condotto in carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA