Morta a 30 sotto le macerie di un palazzo. Sarà cremata la salma di Simona

Morta a 30 sotto le macerie di un palazzo. Sarà cremata la salma di Simona
Sarà cremata la salma di Simona Carpignano, la 30enne tarantina morta a Marsiglia nel crollo di un edificio. È la volontà espressa in passato dalla stessa Simona. La famiglia intende «ringraziare quanti hanno fatto sentire la loro vicinanza in questo momento così tragico. In particolare ringrazia l’arcivescovo di Taranto, Filippo Santoro, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il presidente della Provincia di Taranto, Giovanni Gugliotti, l’Amministrazione Comunale di Taranto ed il Rettore dell’Università del Salento, Vincenzo Zara».
La tragicità dell’evento «ha certamente scosso - viene sottolineato - le coscienze della comunità tarantina, ma la famiglia è certa che tale slancio di cordoglio e vicinanza è stato dettato anche dal profilo caratteriale di Simona che, grazie al contributo di chi l’ha conosciuta, è emerso durante l’evolversi degli eventi accaduti a Marsiglia». Per il giorno della cerimonia funebre l’amministrazione comunale di Taranto ha indetto una giornata di lutto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 10 Novembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:31