Donano il sangue e poi tutti in sala operatoria: così i medici hanno salvato dall'emorragia una bambina di otto anni

Venerdì 20 Marzo 2020
Mentre giocava in casa era finita contro una vetrata e le schegge le avevano reciso l'arteria femorale e l'inguine, procurandole una emorragia potenzialmente letale. Così, il 17 marzo, trasferita d'urgenza dal Pronto soccorso del San Pio di Castellaneta all'ospedale Santissima Annunziata di Taranto, una bambina di otto anni ha trovato ad attenderla una équipe di medici di chirurgia vascolare, che le ha salvato la vita. 

La squadra di medici - guidata dal primario Giovanni Impedovo - aveva appena terminato di donare il sangue nella struttura sanitaria, per la carenza cronica di questi giorni di emergenza Covid-19. E si è quindi precipitata in sala operatoria, con l’arrivo della paziente dopo le 13. La bambina è ora fuori pericolo.  © RIPRODUZIONE RISERVATA