Domani alle 14 Lecce-Parma. Il “Via del Mare” fa il pienone

Sabato 6 Novembre 2021 di Tonio DE GIORGI

Il richiamo del presidente Saverio Sticchi Damiani e una politica di prezzi stracciati per donne e bambini. Così, domani alle 14 contro il Parma di Gigi Buffon, lo stadio “Via del Mare” si colorerà di giallorosso - nel rispetto delle norme anti Covid in quanto siamo ancora sotto effetto limitazioni - e proverà a spingere il Lecce verso la vittoria che lo consoliderebbe nei primissimi posti della classifica del campionato di serie B. Ieri pomeriggio, il dato dei biglietti venduti era di 15.800, un dato lievitato in serata. È il primo pienone dopo la pandemia. L’ultimo Via del Mare con un bel colpo d’occhio risale al’l’1 marzo del 2020 in occasione di Lecce-Atalanta, mentre l’ultimo pienone fu registrato in occasione di Lecce-Juventus del 26 ottobre 2019 con 26mila paganti. Dunque si torna a giocare davanti a spalti che lasceranno pochissimi spazi vuoti in relazione a quelli che sono i limiti di capienza, come noto il 75 per cento del totale. Giorni fa si era registrato il sold out nel settore Poltronissime oltre che nei settori di Curva Nord Superiore e di Tribuna Est Superiore. Ieri la corsa agli ultimi posti disponibili, così nel tempio del tifo giallorosso si rivedrà la bolgia che la squadra del tecnico Marco Baroni merita essendo, tra l’altro, imbattuta da dieci giornate.

Un match da quartieri alti

Il Lecce che affronterà il Parma sarà definito in quasi tutti i ruoli nell’allenamento odierno, l’ultimo prima della sfida di domani pomeriggio. Mister Baroni scioglierà gli ultimi dubbi. Partiamo dal portiere. Gabriel è in ripresa, ma Bleve potrebbe essere confermato tra i pali. L’estremo difensore leccese ha difeso la porta giallorossa nelle ultime due partite al posto dell’infortunato Gabriel. In difesa anche Dermaku è nuovamente disponibile, ma al fianco di Lucioni ci dovrebbe essere Meccariello, il quale ha giocato per intero le sfide contro Brescia e Cosenza, ma anche nella seduta di ieri mattina, al Via del Mare, ha effettuato un lavoro graduale con il gruppo. Sulle corsie esterne è ballottaggio fra Calabresi e Giandrey come pure fra Barreca e Gallo. La scelta dovrebbe cadere sul francese per il lato destro difensivo e per l’ex Fiorentina su quello opposto.  Anche a centrocampo ci dovrebbe essere un ritorno dal primo minuto ed è quello di Hjulmand. Il danese, che alla vigilia della partita contro il Cosenza non era al meglio per uno stato influenzale, è stato recuperato in extremis ed è andato in panchina subentrando all’ultimo minuto a Blin.

Le scelte del tecnico Baroni

Nelle posizioni di interno Baroni sta pensando di riproporre nuovamente Gargiulo, anche lui condizionato dagli stessi problemi di Hjulmand, domenica scorsa. Ci penserà fino all’ultimo, probabilmente, prima di scartare Bjorkengren dalla formazione di partenza. Lo svedese ha disputato una buona partita contro il Cosenza e ha trovato pure il gol, ad inizio ripresa, con un ottimo inserimento. Non sembra in dubbio Majer. Se lo sloveno sta bene, è suo uno dei posti di centrocampo. Il reparto per cui Baroni ha pochissimi dubbi è quello di attacco. In questo momento le gerarchie sembrano abbastanza nette a guardare le presenze anche se Baroni sta facendo un ottimo lavoro di gruppo tenendo tutti sul pezzo. Quindi il Lecce presenterà Coda, ex dell’incontro, ai cui lati si disporranno Strefezza e Di Mariano. Per quanto riguarda il brasiliano le sue condizioni saranno valutate durante l’allenamento di rifinitura di questa mattina allo stadio. Ieri Tuia e Vulturar hanno seguito un allenamento differenziato.

Ultimo aggiornamento: 10:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA