Sanremo 2021, Elodie e il monologo toccante. Poi cita il salentino Mauro Tre, con lei sul palco: «Hai creduto in me»

Giovedì 4 Marzo 2021
Sanremo 2021: Elodie: «Vengo da un posto di borgata, non ho preso il diploma, in certi contesti è difficile anche sognare»

Emozionatissima Elodie, si racconta sul palco della seconda puntata di Sanremo 2021, e lo fa partendo dalle sue umili origini, lanciando un messaggio di speranza per chi, come lei, partendo da una condizione svantaggiata non ha perso la voglia di seguire i propri sogni.

«Parlare in pubblico non mi ha mai messo molto a mio agio» rompe il ghiaccio Elodie. «Ma tutte le volte che ho abbattuto un muro sono successe cose molto belle nella mia vita», «vengo da un posto di borgata dove ci sono persone demoralizzate, senza acqua calda, con difficoltà ad arrivare a fine mese e a pagare le bollette», ma il vero disagio di quartieri come questi, spiega Elodie, è «la difficoltà a sognare».

Elodie perde un orecchino dopo aver sceso le scale: «Scusatemi, sono un po' buffa»

«Io non mi sentivo all'altezza, non avevo gli strumenti, non ho preso il diploma, né la patente, non ho studiato canto. In certi contesti è difficile concentrarsi su quello che vuoi fare da grande, in certi contesti devi lavorare più degli altri per ottenere quello che dovresti già avere».

«A 20 anni non cantavo nemmeno più nella doccia, avevo deciso di non fare più niente, poi un incontro fortunatissimo, quello con Mauro Tre, questa sera con me sul palco» continua Elodie con occhi pieni di emozione.

 

Poi la neoconduttrice romana si rivolge al suo maestro, musicista salentino tra i più amati e apprezzati, che l'ha portata con sé nel mondo del Jazz: «Grazie perché mi hai dato una possibilità», «non mi sentivo all'altezza del jazz, invece al jazz non interessava da dove arrivassi». «Io ero la prima ad avere un pregiudizio su me stessa» confessa Elodie, «e probabilmente non sono all'altezza di questo palco, ma l'altezza non è un problema» conclude, esibendosi poi con la sua prima band (sul parco ci sobo anche i leccesi Stefano Rielli e Marco Girardo) quella che l'ha vista in decine di locali del Salento stupire con la sua voce inattesa, in un emozionante pezzo di Mina.

Ultimo aggiornamento: 5 Marzo, 10:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA