Allora fest, si parte domani dopo l'arresto di Haggis. Ma Brindisi e Mesagne fanno un passo indietro

Allora fest, si parte domani dopo l'arresto di Haggis. Ma Brindisi e Mesagne fanno un passo indietro
3 Minuti di Lettura
Lunedì 20 Giugno 2022, 19:46 - Ultimo aggiornamento: 19:58

Confermato, ma non parte sotto una buona stella l'Allora Fest, rassegna cinematografica la cui prima edizione parte domani ad Ostuni. Dopo l'arresto del regista premio Oscar Paul Haggis - ai domiciliari in albergo con l'accusa di aver violentato una 30enne inglese - Mesagne e Brindisi annullano la loro disponibilità ed ospitare alcune tappe del festival. Haggis, infatti, si trova a a Ostuni proprio in quanto avrebbe dovuto partecipare alla rassegna come ospite e moderatore di alcuni incontri.

Il programma di oggi

Domani mattina al Palazzo Roma di Ostuni (alle 10.30) la presentazione dell'evento, come confermato dalla direttrice artistica Silvia Bizio e dal co-fondatore della manifestazione Giovanni De Blasio. Haggis sarà sostituito da alcuni giornalisti nella conduzione delle diverse masterclass.

Mesagne annulla il galà di premiazione

È stata invece annullata a Mesagne (Brindisi) la cerimonia di premiazione della stessa rassegna, come ha confermato in una nota dal sindaco Antonio Matarrelli. «Mesagne - spiega il primo cittadino - era stata scelta per ospitare la premiazione dell'Allora Fest, evento di cinema internazionale organizzato a Ostuni e che vede la partecipazione di attori e registi di fama mondiale. La consideravamo una grande festa e ci siamo preparati a lungo per organizzarla nel migliore dei modi, ma gli eventi giudiziari delle ultime ore hanno ribaltato questa prospettiva convincendoci che in questo momento non ci sia alcuna festa da celebrare. Riteniamo dunque opportuno - conclude Matarrelli - annullare il galà di premiazione in programma a Mesagne, esprimendo solidarietà alla presunta vittima della violenza, auspicando altresì che la giustizia possa fare al più presto piena luce sulla gravissima vicenda giudiziaria che vede coinvolto il regista Paul Haggis».

Anche Brindisi annulla gli eventi collaterali

Dopo Mesagne, anche il Comune di Brindisi ha deciso di non ospitare eventi collaterali. L'amministrazione comunale di Brindisi, invitata dalla Fondazione Apulia Film Commission a tenere nello stesso capoluogo alcune masterclass, non ha aderito alla proposta. Fonti vicine all'amministrazione comunale confermano all'Ansa che la decisione è legata al fermo per violenza sessuale del regista premio Oscar Paul Haggis.

© RIPRODUZIONE RISERVATA