Alec Baldwin finisce sotto accusa. La sceneggiatrice: «Non doveva sparare». Ecco cos'ha detto

Nuove accuse emergono dopo l’incidente sul set che ha ucciso la direttrice della fotografia Halyna Hutchins

Giovedì 18 Novembre 2021
«Rust», la sceneggiatrice accusa Alec Baldwin: «Non doveva sparare, ha giocato alla roulette russa»

Nuove accuse emergono dopo l'incidente sul set cinematografico che ha ucciso la direttrice della fotografia Halyna Hutchins. Durante le riprese del film di Hollywood «Rust», Alec Baldwin ha esploso un colpo da una pistola, che si è scoperto essere vera, e a farne le spese con la vita è stata Halyna Hutchins, direttrice della fotografia. Adesso la sceneggriatrice Mamie Mitchell, lancia l'accusa all'attore: «Nel copione Alec Baldwin non doveva sparare».

 

Leggi anche > Rust, la maledizione dopo Alec Baldwin: tecnico morso da un ragno velenoso, rischia l'amputazione di un braccio

 

Nel copione di «Rust» non era scritto che Alec Baldwin dovesse sparare. A fornire nuovi dettagli sulla tragica vicenda è la sceneggiatrice Mamie Mitchell che, durante una conferenza stampa, ha lanciato delle accuse a Baldwin e ai produttori del film.

 

Mitchell, che al momento dell'incidente si trovava molto vicina all'attore, sostiene che la scena che stavano girando richiedesse tre inquadrature ravvicinate: gli occhi di Baldwin, una macchia di sangue sulla spalla e infine un'immagine del busto mentre lui avvicinava la mano alla fondina per prendere la pistola. «Non c'era una scena in cui Baldwin o chiunque altro avrebbe dovuto sparare», ha ricostruito la sceneggiatrice del film che dopo gli spari ha chiamato i soccorsi. 

 

La sua avvocatessa Gloria Allred, nel depositare una causa contro Baldwin, sia protagonista del film, ma anche produttore e gli altri produttori del film, sostiene che l'attore abbia violato i protocolli di sicurezza, non controllando con attenzione l'arma che stava maneggiando e comportandosi in modo «spericolato».

 

 «Il signor Baldwin ha scelto di giocare alla roulette russa quando ha sparato senza controllare la pistola e senza che lo facesse l'armatrice in sua presenza. La possibilità di ferite o di morte erano una conseguenza probabile», ha detto. La sceneggiatrice chiederà, dunque, i danni per le conseguenze emotive subite, sostenendo di aver sofferto «un serio trauma fisico, uno shock e danni al sistema nervoso».

Ultimo aggiornamento: 14:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA