Intensive e posti letto: in Puglia aumenta la pressione sugli ospedali

Martedì 18 Gennaio 2022

Sale anche in Puglia l'occupazione delle Terapie intensive e dei posti letto ospedalieri legati all'emergenza Covid. Nonostante i numeri delle terapie intensive siano costanti in Italia con una media del 18%, nel monitoraggio Agenas, la Puglia figura infatti tra le cinque regioni italiane in cui i ricoveri in terapia intensiva hanno avuto un notevole incremento giornaliero: in Puglia e Campania l'occupazione cresce del 13%. Va peggio in Toscana e Fvg (24%) e nelle Marche (25%).

 

E cresce anche la percentuale di posti occupati da pazienti Covid nei reparti di area non critica, stabile al 29% in Italia, ma in 24 ore aumentata in 14 regioni: Abruzzo (30%), Calabria (42%), Friuli (31%), Lazio (28%), Liguria (40%), Lombardia (35%), Marche (28%), Molise (14%), Bolzano (19%), Trento (26%), Puglia (22%), Sicilia (36%), Toscana (26%) e Veneto (26%).Cala in Val d'Aosta (con -17% torna al 52%) e Basilicata (25%).Stabile in Campania (29%), Emilia Romagna (27%), Piemonte (30%), Sardegna (15%), Umbria (33%). 

 

Ultimo aggiornamento: 19 Gennaio, 10:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA