In arrivo 900mila vaccini, ma AstraZeneca non basta: richiami ancora in bilico

In arrivo 900mila vaccini, ma AstraZeneca non basta: richiami ancora in bilico
di Vincenzo DAMIANI
4 Minuti di Lettura
Venerdì 21 Maggio 2021, 07:34 - Ultimo aggiornamento: 18:11

Da oggi al 15 giugno la Puglia riceverà circa 900mila dosi di vaccini anti Covid, ma le forniture di AstraZeneca, al momento, sono limitate e insufficienti per i richiami: secondo il Piano consegne elaborato dalla Protezione civile regionale e trasmesso alle Asl mercoledì scorso, arriveranno solamente 132mila dosi. Una goccia nel mare se si considera che in Puglia sono state effettuate con il vaccino anglo-svedese 430.313 prime dosi e solamente 67.375 seconde somministrazioni. Significa che ci sono da fare ancora 350mila richiami circa, quindi è necessario avere il triplo delle dosi preventivate sino a metà giugno.

Il contratto europeo


La situazione è ingarbugliata, anche perché il contratto a livello europeo non è stato rinnovato e non si conoscono ancora i tempi delle prossime distribuzioni. Per il momento, come da indicazioni del ministero e della Regione, le Asl stanno provvedendo a dilatare il tempo di inoculazione tra prima e seconda dose: ad esempio, c'è chi ha fatto la prima somministrazione a fine aprile e si è visto fissare il prossimo appuntamento tra fine giugno e i primi giorni di luglio. I rifornimenti più consistenti saranno garantiti da Pfizer che il 26 maggio dovrebbe distribuire circa 138mila dosi, il 2 giugno 218mila, il 9 giugno 226mila. Entro oggi, invece, sono attese 14mila dosi J&J e 48mila Moderna.

La copertura dei fragili


Capitolo fragili, si procede ancora ad andamento lento: sino a ieri pomeriggio alle 17 venivano calcolati 442.627 vaccinati su 485.896, mancano all'appello ancora 43mila persone circa, ieri alla stessa ora erano 50mila. Negli ultimi giorni, probabilmente per la difficoltà a rintracciare gli estremamente vulnerabili e, in generale, la categoria più ampia di fragili, si sta procedendo ad una media di 6-7mila inoculazioni al giorno, mentre nelle scorse settimane si era toccato il picco di 22mila somministrazioni in 24 ore. Non sono i vaccini a mancare adesso, ma una difficoltà oggettiva a raggiungere queste persone che rientrano nella fascia prioritaria.

Sono 1.974.993 le dosi di vaccino anticovid somministrate sino a ieri in Puglia su 2.142.405 ricevute, il 92,2% dei sieri è stato quindi utilizzato. La Puglia è scesa dal primo al quinto posto nella graduatoria nazionale. Il dato è aggiornato alle ore 17 di ieri, secondo il report del ministero della Salute. Nella fascia di età 60-69 anni è stata raggiunta una copertura del 70%, mentre tra 70 e 79 anni la quota di popolazione vaccinata con una dose è pari all'86,79%; tra 80 e 89 anni 93,3%, e infine tra gli over 90 pugliesi la copertura è del 99.49%. Tra i più giovani, nella fascia 50-59 anni risulta che abbiano ricevuto la prima dose 195.608 persone su un totale di 605.586, il 32,3%.

I dati di Gimbe

Una fotografia sull'andamento della campagna vaccinale pugliese la scatta anche la fondazione Gimbe: la percentuale di popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari al 15,9%, mentre il 33,9% ha ricevuto almeno la prima dose. Secondo il monitoraggio settimanale, la percentuale di popolazione over 80 pugliese che ha completato il ciclo vaccinale è pari al 81,3%; nella fascia di età 70-79, il 25,8% dei residenti. Infine, tra 60 e 69 anni, è stato immunizzato il 18,3% della popolazione. Vediamo qual è la situazione a livello locale: nella Brindisino, secondo l'Asl, sono 6mila i soggetti ad elevata fragilità che devono essere vaccinati entro il 31 maggio. È il risultato dell'attività di ricognizione svolta dall'ufficio Cup della direzione generale che ha incrociato i dati in suo possesso con quelli regionali. Mercoledì sono state circa 3.000 le vaccinazioni effettuate, tra cui quelle per soggetti affetti da malattie rare, allergici e per le varie fasce d'età. In provincia di Lecce, è stata raggiunta quota 388.541 somministrazioni, di cui 261.373 prime dosi. Prosegue la campagna di vaccinazione nei Punti vaccinali di popolazione, nei centri sanitari e da parte dei medici di medicina generale: circa 4500 le vaccinazioni effettuate mercoledì. Sono 104610 le dosi - di cui 56.240 prime dosi - quelle somministrate agli ultra80enni (copertura vaccinale rispetto alla popolazione del 92,81%), 94.334 le dosi inoculate alle persone della fascia 79/70 (copertura vaccinale rispetto alla popolazione del 87,79%) e 77.315 nella fascia 69/60 (copertura vaccinale rispetto alla popolazione del 62,93%). Nel Tarantino sono state superate mercoledì le 283mila dosi inoculate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA