Protezione civile e tangenti: perquisizione anche a casa del fratello sacerdote di Lerario

Si cercano prove. Don Tommaso non è indagato

Mario Lerario
Mario Lerario
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 5 Gennaio 2022, 10:38 - Ultimo aggiornamento: 15:17

Potrebbe aver custodito denaro del fratello o qualche indizio che potrebbe servire alle indagini. Per questa ragione la Guardia di Finanza ha perquisito, il 23 dicembre scorso, l'abitazione di don Tommaso Lerario, cappellano dell'ospedale ecclesiastico Miulli ad Acquaviva delle Fonti e fratello dell'ex capo della Protezione civile Mario Lerario al centro delle indagini della Procura di Bari, arrestato con l'accusa di corruzione.

L'inchiesta su tangenti a Lerario

Proprio ieri si è tenuto l'interrogatorio dei due imprenditori pugliesi, Luca Leccese e e Donato Mottola che hanno confermato quanto già sostenuto dinanzi alla Procura nei giorni scorsi. Leccese ha ammesso nuovamente di aver consegnato a Lerario una mazzetta da 10mila euro, quella che è costata all'ex dirigente l'arresto in flagranza. Ha ribadito di aver voluto dare a Lerario un «regalo natalizio» come ringraziamento per un appalto da 2 milioni e 500mila euro relativo a dei lavori al Cara di Borgo Mezzanone (Foggia) che la sua società aveva ottenuto.

Mottola ha confermato di aver consegnato una mazzetta da 20mila euro a Lerario «per un debito di riconoscenza» nei confronti della famiglia del dirigente, anche per ragioni personali (si tratterebbe, secondo Repubblica.it di un regalo per la velocizzazione di una visita a sua moglie ottenuta tramite don Tommaso).

La perquisizione a casa di don Tommaso

Il sopralluogo e la perquisizione a casa di Tommaso Lerario che non è indagato, è stata effettuata – secondo quanto riportato da Repubblica.it – a ridosso di Capodanno su decreto firmato dal procuratore Roberto Rossi e dall'aggiunto Alessio Coccioli.

Obiettivo degli inquirenti: trovare delle prove che possano collegare l'attività di Mario Lerario anche al fratello sacerdote, uomo molto conosciuto e impegnato anche nel sociale, con il quale ha ottimi rapporti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA