«Vigili maleducati, scatti il procedimento disciplinare»: il presidente del Consiglio comunale scrive al segretario

Sabato 17 Ottobre 2020

La querelle legata al “dovere di saluto” che ha visto il presidente del consiglio comunale di Lecce Carlo Mignone schierarsi “contro” il dirigente della Polizia municipale Donato Zacheo, non sembra terminare. Dopo il lungo botta a risposta tra i due, a suon di note ufficiali, e sindacati che hanno fatto la loro parte, adesso il presidente Mignone scrive al segretario generale del Comune di Lecce, Anna Maria Guglielmi e ai consiglieri tutti. Nella missiva Mignone chiede espressamente al segretario e alla dirigente se vi siano o meno «profili di carattere disciplinare rilevabili a carico del dirigente in questione», cioè il comandante Zacheo.

Mignone: «Vigili maleducati» E scoppia la lite con Zacheo

I fatti: il richiamo, a mezzo nota scritta, che il presidente Mignone ha rivolto al comandante della polizia municipale Donato Zacheo riguarda il “dovere al saluto” nei confronti delle autorità: sindaco e assessori, in primis. Quel saluto che, scrive Mignone in una nota, «ad oggi rimane quale sporadica ed eccezionale manifestazione dovendo, al contrario, divenire la regola». Come andrà a finire? Non è dato sapere, ma certamente fra i due la questione è tutt'altro che conclusa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA