Bus low cost, cresce l'offerta: Napoli e Roma più vicine. Tutte le corse

Bus low cost, cresce l'offerta: Napoli e Roma più vicine. Tutte le corse
di Rita DE BERNART
4 Minuti di Lettura
Giovedì 29 Aprile 2021, 09:30 - Ultimo aggiornamento: 20:34

Roma e Napoli saranno più vicine a partire dal 27 maggio. Si viaggia in gomma grazia a Itabus che propone una serie di corse da e per i due capoluoghi, distribuite in più fasce orarie nell'arco della giornata. In media ci vorranno poco più di 5 ore per raggiungere o arrivare da Napoli e poco più di 8 da e per la città eterna, ad un costo altamente competitivo di pochi euro.
Partiranno dal prossimo 27 maggio i viaggi attivati da Itabus, nuova compagnia privata di trasporto passeggeri su gomma a lunga percorrenza che servirà tutta Italia con particolare interesse per il meridione. L'operatore si immette sul mercato da protagonista lanciando la sfida ai competitors del viaggio low cost in bus come Flixbus e Marino; l'iniziativa è completamente italiana e con la messa su strada di 300 moderni mezzi, si pone come obiettivo di collegare da nord a sud, sia sul dorsale tirrenico che quello adriatico, tutte quelle località del territorio italiano maggiormente richieste e meno servite dai mezzi di trasporto, completando quindi almeno in parte l'offerta del sistema dei trasporti aerei e ferroviari. Una buona notizia per la provincia, e per l'intera regione, in vista dell'estate e delle previsioni di una nuova stagione di turismo interno e di prossimità; le vacanze dei pugliesi, e degli italiani in genere, in questa seconda estate covid, saranno presso mete vicine, facilmente raggiungibili, molti sceglieranno il mare ed in particolare il Salento; Lazio e Campania da sempre sono tra le principali regioni di incoming per l'intera Puglia.

Le corse disponibili


In questo quadro dunque questi collegamenti potrebbero assumere un ruolo strategico e determinante. Da fine maggio, data in cui presumibilmente dovrebbe ripartire tutto il comparto turistico, i viaggiatori potranno prendere un bus da piazzale Carmelo Bene per raggiungere Roma o Napoli, alle 9, alle 10,45, alle 16,15 e alle 21,15, spendendo rispettivamente 14,90 euro e 6,90 euro. Attivate anche le corse per Matera ma con cambio a Napoli; tutte le tratte prevedono fermate intermedie a Brindisi e Bari. Al momento sono infatti 9 le città pugliesi (con Andria, Bari, Brindisi, Fasano, Monopoli e Ostuni) collegate al network della società che considera la Puglia tra le regioni strategiche e, in futuro, potrebbe attivare ulteriori collegamenti e fermate. I biglietti sono già acquistabili sul sito www.itabus.it e sull'App.
Cambiando a Bari inoltre sempre con la stessa compagnia si potrà giungere a Milano ed altre destinazioni e connettersi anche alla rete dell'alta velocità. Un servizio utile quanto atteso sia dal comparto turistico che dagli stessi pugliesi. Il trasporto low cost su gomma è utilizzato molto spesso da pendolari, lavoratori, trasfertisti, studenti ma anche in chiave turistica risulta strategico poiché utilizzato da giovani turisti che si spostano per vacanza o per brevi soggiorni di fine settimana, per eventi e concerti. Inoltre viene spesso ritenuto sicuro per le famiglie o coppie di anziani.
La rete strutturale dei trasporti rimane tuttavia un nodo fondamentale per la crescita del territorio che da sempre lamenta mancanza di strategia in tale senso. E risulta isolato dal resto d'Italia. In questo modo si aggiunge una possibilità ai turisti che scelgono la nostra terra per le vacanze. Si cambia dunque, dal 27 maggio Itabus metterà su strada una flotta composta da mezzi moderni, innovativi e a basso impatto ambientale: si viaggerà con posto assegnato, identificato da un numero e tra i servizi e i comfort offerti ai passeggeri ci sono Wi-fi 4/5G gratuito a banda e ultralarga, luci a led e prese Usb di corrente disponibili per ogni poltrona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA