Salento, controlli nella notte di San Lorenzo: un arresto e dieci denunce

Salento, controlli nella notte di San Lorenzo: un arresto e dieci denunce
4 Minuti di Lettura
Giovedì 11 Agosto 2022, 19:53 - Ultimo aggiornamento: 21:04

Salento, controlli nella notte di San Lorenzo: un arresto e dieci denunce. Il bilancio dell’operazione “Falling stars”, condotta nella notte di San Lorenzo, dai militari dell’Arma. In manette ad Aradeo un 26enne accusato di associazione per delinquere finalizzato al traffico di stupefacenti: arrivato in caserma ha tentato la fuga. Sanzioni per violazioni al codice della strada e patenti ritirare. Bloccati e denunciati anche due ladri di biciclette.

L'arresto


Un arresto, su mandato di cattura europeo, per un 26enne salentino, ricercato in Germania e bloccato ad Aradeo, accusato di associazione per delinquere finalizzato al traffico di stupefacenti, e dieci denunce per reati vari e otto ragazzi, tra turisti e salentini, che sono stati segnalati alla Prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti. È questo in sintesi il bilancio dell’operazione “Falling stars”, condotta nella notte di San Lorenzo, nell’hinterland gallipolino dai carabinieri della compagnia della Città Bella, guidati dal capitano Beatrice Casamassa. Diverse anche le sanzioni elevate in particolare per violazioni al codice della strada. L’attività più significativa è stata proprio quella che ha portato all’arresto di Lucio Carrozzo, 26enne di Aradeo ma domiciliato all’estero. I militari della stazione locale hanno infatti dato esecuzione al mandato di arresto europeo emesso in Germania per associazione finalizzata al traffico di stupefacenti. Il giovane è stato identificato ad Aradeo e al momento dell’arrivo in caserma ha tentato anche la fuga, strappando le uniformi dei carabinieri, ma è stato subito immobilizzato e trasferito nel carcere di Lecce a diposizione dell’autorità giudiziaria. Nell’ambito dei controlli nel centro di Gallipoli e nella Baia Verde sono finiti nei guai tre automobilisti sorpresi alla guida con un tasso alcolemico nel sangue superiore al consentito: per loro è scattata la denuncia per guida in stato di ebbrezza alcolica ed il ritiro della patente.

Denuncia anche per un 22enne che, intercettato alla guida di un’Alfa 159 all’altezza della rotatoria di corso Capo di Leuca, non si è fermato all’alt dei militari e si è dato alla fuga, col rischio di travolgere anche altri automobilisti o passanti. Il ragazzo è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e vilipendio alle forze armate. Nel corso dell’attività di controllo è stato multato per l’attività di noleggio con conducente senza licenza, un uomo alla guida di Ford Ducato che lavorava in maniera abusiva. Durante i posti di controllo mirati nei punti di maggiore concentrazione turistica giovanile, sono state identificate 350 persone, fermati 225 veicoli ed elevate 54 sanzioni per varie infrazioni al codice della strada (dalla guida con il cellulare, fino al mancato uso delle cinture di sicurezza). Altre sei denunce sono scattate invece per furti compiuti o solo tentati. I carabinieri dell’aliquota radiomobile di Gallipoli, dopo aver raccolto la denuncia di due studenti di Treviso e di una società di noleggio, hanno infatti deferito due 45enni, uno originario di Bari e l’altro nativo di Casarano.

Durante un controllo stradale i due hanno tentato la fuga a bordo di una Fiat Panda. Fermata la vettura i militari hanno trovato all’interno le biciclette rubate poco prima in via Villini e diversi arnesi da scasso, sottoposti a sequestro. I carabinieri della stazione di Sannicola, invece, hanno denunciato un 60enne e un 64enne di Aradeo. Dopo aver analizzato alcuni filmati di videosorveglianza i carabinieri li hanno ritenuti responsabili di un tentativo di furto in una villa avvenuto il 15 luglio scorso. I militari della tenenza di Copertino, invece, dopo la denuncia di furto di alcuni tubi e cavallotti in metallo, di due pompe in rame da irrigazione, di una rete metallica e di diversi arnesi depositati all’interno di un terreno agricolo privato, hanno denunciato D.F. di 43enne e C.O., 24enne. Anche in questo caso, sono stati individuati a seguito della visione dei filmati di videosorveglianza della zona. In casa del 24enne è stato ritrovato anche il furgone per trasportare la refurtiva che è stato posto sotto sequestrato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA