In scooter travolge e uccide una donna: aveva la patente sospesa per uso di droghe e alcol. Ferita in sella alla bici: caccia a un camionista

Lunedì 1 Marzo 2021

Due diversi incidenti in pochi minuti nel primo pomeriggio a Lecce. Il primo, dal tragico epilogo, è avvenuto lungo viale Alfieri: una donna è stata investita da un grosso scooter ed è morta sul colpo. L'incidente è avvenuto nei pressi dell’Hotel Eos. La donna, Concetta Calignano, 75 anni, infermiera del "Vito Fazzi", in pensione, stava attraversando la strada tra quando il mezzo, guidato da un 31enne, L.A., l'ha investita. L'impatto violento al suolo non le ha lasciato scampo: è stata immediatamente soccorsa ma ogni tentativo di rianimarla è risultato vano. 

 

Il conducente, alla guida di uno scooter Piaggio, procedeva verso viale Rossini. La donna si trovava, invece, a ridosso dei due attraversamenti pedonali della zona. L'investitore, com'è prassi in questi casi, è stato portato in ospedale per gli accertamenti di rito, incluso l'alcoltest: dai primi accertamenti risulta avesse la patente sospesa, proprio per guida in stato di alterazione psicofisica per uso di droga e alcol. Sul posto 118 e forze dell’ordine. Il tratto di strada  è rimasto a lungo bloccato per i rilievi del caso.

Sul caso è intervenuto anche il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini ricordando che si tratta della quarta vittima della strada in città dal 2017.

L'altro incidente in mattinata, prima delle 10, a poca distanza da viale Alfieri: nei pressi dell'Ovs di Castromediano in via Leuca, una donna è stata investita da un camion mentre si trovava a bordo della sua bicicletta, finendo in ospedale. La signora, 51 anni, ha riportato alcune fratture alle costole. Il referto medico parla di una prognosi di 30 giorni. Il camionista è sceso e, constatata la scena, sarebbe andato via. In questi momenti viene ricercato.

Ultimo aggiornamento: 20:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA