Costruzioni abusive sul litorale, scattano sequestri e denunce a Torre Lapillo

Costruzioni abusive sul litorale, scattano sequestri e denunce a Torre Lapillo
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 17 Febbraio 2016, 15:06 - Ultimo aggiornamento: 16:05

Nuovi sequestri di abitazioni e ville situate lungo il litorale di Porto Cesareo e risultate, attraverso i controlli eseguiti dalla Guardia Costiera di Gallipoli, in parte abusive.
I militari, dallo scorso mese di dicembre, stanno eseguendo verifiche incrociate presso gli Uffici dell’Agenzia del Demanio e dell’Ufficio Provinciale del territorio di Lecce allo scopo di accertare la regolarità di immobili presenti lungo il demanio marittimo in aree soggette a vincoli paesaggistici.



Dall’esame e dalla comparazione della cartografia relativa ad abitazioni e aree recintate presenti lungo il litorale di Torre Lapillo, la Guardia Costiera di Gallipoli ha ricostruito lo storico di due immobili che sono stati in gran parte sequestrati.

I sigilli sono stati apposti su due aree aventi una superficie complessiva di seicento metri quadrati, recintate con circa sessanta metri di muri e trasformate di fatto in giardino privato dai proprietari delle adiacenti abitazioni.
Sequestrati anche 45 metri di recinzione realizzata senza autorizzazioni quasi totalmente sull’arenile.
I responsabili sono stati denunciati alla magistratura per avere realizzato opere in assenza o difformità del permesso di costruire, in zone sottoposte a vincolo paesaggistico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA