Covid Frosinone, oggi 121 nuovi positivi e due morti. La Asl avvia il piano per la somministrazione del vaccino

Covid Frosinone, oggi 121 nuovi positivi e due morti. La Asl avvia il piano per la somministrazione del vaccino
di Vincenzo Caramadre
4 Minuti di Lettura
Giovedì 10 Dicembre 2020, 08:12 - Ultimo aggiornamento: 15:36

Oggi il bollettino sull'andamento dei contagi Covid in provincia di Frosinone registra 121 positivi su 997 tamponi, 113 negativi e due morti: si tratta di una donna di 67 anni residente a Roma e una donna di 85 anni residente a Torre Cajetani.

Ecco il dettaglio nei singoli Comuni:

Intanto la Asl avvia il paino per la somministrazione del vaccino anti Covid-19 che sarà operativo anche in provincia di Frosinone nel mese di gennaio, sono partite le prenotazioni per i soggetti interessati alla prima grande vaccinazione di massa che andrà in porto nel 2021.

L'Agenzia Italiana del farmaco in collaborazione il Ministero della Salute ha stilato il piano operativo per procedere alla vaccinazione: un piano di collaborazione con la Regione Lazio e a cascata con l'Asl. Ora è certo che i primi a sottoporsi alla vaccinazione saranno gli operatori sanitari e sociosanitari che sono in prima linea, sia pubblici che privati accreditati.Ci sono poi i residenti e personale dei presidi residenziali per anziani (Rsa) e le persone di età avanzata. La vaccinazione avverrà in due fasi.

«Nella fase iniziale della campagna vaccinale - si legge nel documento - è prevista una gestione centralizzata della vaccinazione con l'identificazione di siti ospedalieri e strutture sanitarie per l'impiego di unità mobili destinate alla vaccinazione delle persone impossibilitate a raggiungere i punti di vaccinazione».

Per il piano strategico della vaccinazione scenderà in campo una task force. Il personale delle unità vaccinali, infatti, sarà costituito medici, infermieri, assistenti sanitari, operatori socio sanitari e personale amministrativo di supporto. 

«A tal riguardo - si legge ancora nel piano - , si prevede di agire da un lato ricorrendo ad un cospicuo e temporaneo ricorso alle professionalità esistenti, anche attraverso la pubblicazione di un invito a manifestare la disponibilità a contribuire alla campagna di vaccinazione, con l'attivazione di conseguenti modalità contrattuali definite ad hoc».

I medici ospedalieri hanno ricevuto una lettera con la quale si chiede la disponibilità a sottoporsi al vaccino anti Covid. E In questi giorni è stato disposto l’acquisto di due congelatori, per una spesa di circa 27mila euro, che consentirà di conservare le fiale del vaccino prodotto dal Pfizer a 80 gradi sottozero per la prima fase della somministrazione a favore sia degli operatori sanitari più esposti che dei pazienti ricoverati. La ditta incaricata si è impegnata a fornire i due congelatori entro la prima decade di gennaio, quando appunto verosimilmente dovrebbe cominciare la distribuzione. 

In attesa dei dettagli del Piano Vaccinazione anti Covid-19 sono stati resi noti i numeri legati al piano della vaccinazione antinfluenzale, già attuato. Nella regione Lazio l'81 percento delle persone che vive nelle Rsa è stato vaccinato, 29 le strutture nella Asl di Frosinone.

Nel frattempo martedì, giorno dell'Immacolata, c'è stato un numero minimo di tamponi eseguito e, di conseguenza, ieri si è registrato il numero più basso di positivi degli ultimi 40 giorni. Appena 12 nuovi casi su 157 tamponi effettuati. I negativizzazioni sono stati 17. I morti, invece, sono stati due, si tratta di persone di 65 e 82 anni affette anche da altre patologie.

Nel Lazio i tamponi sono stati 14 mila, per un totale di 1.297 nuovi casi, i decessi sono stati 33 mentre i guariti 1.455. Nelle province si sono registrati 234 casi e dodici i decessi nelle ultime ventiquattr'ore. Nella Asl di Latina 121 i nuovi casi e 5 decessi. Nella Asl di Viterbo 53 nuovi casi e 2 decessi. Nella Asl di Rieti 48 casi e tre decessi. «Siamo rimasti in zona gialla. Ora la permanenza o meno a questo livello dipende esclusivamente dal rigore nei comportamenti e dalla capacità che avremo insieme di contenere il contagio» ha affermato Alessio D'Amato, Assessore della Regione Lazio.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA