«Dimmi cosa volevano i carabinieri»: minacce al comandante della Municipale e “mercato” dei loculi: arrestato un sindaco

Giovedì 21 Novembre 2019
Giuseppe D'Onofrio, primo cittadino di Serracapriola, in provincia di Foggia è stato arrestato (si trova ora ai domiciliari) con l'accusa di tentata concussione, concussione e abuso d'ufficio. Il gip del tribunale di Foggia ha firmato l'ordinanza di custodia cautelare nell'ambito di un'inchiesta su un presunto mercato illecito di loculi al cimitero. Sotto indagine - e sottoposto all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria - anche un imprenditore del posto, accusato di truffa aggravata.

Mafia: 58 arresti per droga, estorsioni e armi da guerra
«Violenza sessuale sulle pazienti»: arrestato un medico radiologo

In carica dal 2016, D'Onofrio è accusato anche di aver minacciato di licenziare il comandante dei vigili se questi non avesse ottenuto dai carabinieri e consegnato informazioni coperte da segreto investigativo, a proposito delle acquisizioni documentali disposte dal pm presso il Comune. Avrebbe anche costretto un cittadino, destinatario di una contestazione di abusivismo edilizio, a revocare il mandato dato al proprio tecnico di fiducia e a rivolgersi a un professionista suo amico.  Ultimo aggiornamento: 11:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA