Nuovi positivi al Riuniti di Foggia: medici, infermieri e operatori sanitari. Si sale a quota 19

Giovedì 23 Aprile 2020
Sono in tutto 19 i casi di positività rilevati al Policlinico 'Riunitì di Foggia, nella struttura di medicina interna universitaria. Dopo sei pazienti, sono risultati positivi anche due dirigenti medici, nove infermieri professionali e tre oss.

Tutto sarebbe partito dal «contagio determinato da un degente anziano asintomatico  - spiega  il direttore generale del Policlinico, Vitangelo Dattoligiunto -  dopo due tamponi negativi e dopo che tutti gli accertamenti diagnostico-strumentali deponevano per l'esclusione di sintomatologie riconducibili a Covid». Il paziente era stato dimesso ma dopo alcuni giorni era tornato al pronto soccorso con «sintomatologia evidente» e stavolta il tampone ha dato esito positivo. 

Quindi sono stati attivati tutti i protocolli sanitari e le attività di sanificazione. Sono stati effettuati i tamponi ai pazienti e agli operatori, con il riscontro di 19 casi in tutto. «Allo stato tutti i dipendenti appaiono tendenzialmente asintomatici e sono stati sottoposti a visita e/o controllo presso l'unità operativa di malattie infettive - dice ancora Dattoli - e disposti in isolamento domiciliare fiduciario ovvero in programmazione di ricoveri di setting assistenziale già post acuzie». Si tratta del primo 'cluster' all'ospedale di Foggia dove, in ogni caso, secondo quanto aggiunge Dattoli, si rileva «l'assoluta osservanza di procedure, protocolli e di dotazioni delle unità operative interessate (pronto soccorso, medicina interna »area grigia«, medicina interna universitaria)». © RIPRODUZIONE RISERVATA