Le nuove rotte dalla Puglia. Con Ryanair isole greche più vicine durante l'estate

Venerdì 23 Aprile 2021 di Oronzo MARTUCCI

Ryanair ha annunciato che durante l'estate saranno attivate altre 7 rotte dalla Puglia, così da portare a 68, con 314 voli settimanali, le destinazioni collegate con gli aeroporti di Bari e Brindisi. Si tratta di una crescita degli investimenti e di una conferma dell'interesse del vettore irlandese per la Puglia che sono state evidenziate dal direttore commerciale di Ryanair, Jason Mc Guinness, e dal presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, ma non sono mancate le critiche da parte degli operatori turistici locali per il fatto che molte rotte hanno come destinazioni le isole greche e quindi sono destinate a rafforzare il turismo in uscita, mentre resta incerto il quadro degli arrivi in Puglia come conseguenza della pandemia.

 

Le nuove rotte

 


Le 7 nuove rotte annunciate ieri permetteranno di collegare Bari con Chania, sull'isola di Creta (2 voli a settimana), Kos (2 voli a settimana), Santorini (2 voli a settimana), Sofia (5 voli a settimana) e Zante (2 voli a settimana) e Brindisi con Malta (2 voli a settimana) e Rodi (2 voli a settimana). Tutte le rotte saranno attive da luglio come parte integrante dell'operativo di Ryanair per l'estate 2021 sul mercato italiano. Il direttore commerciale di Ryanair, Jason Mc Guinness, ha dichiarato che «mentre i programmi di implementazione delle vaccinazioni continueranno nei prossimi mesi, il traffico aereo è destinato a crescere questa estate. Siamo lieti di annunciare sette ulteriori nuove rotte dalla Puglia verso Chania, Kos, Zante, Santorini, Sofia, Malta e Rodi da luglio».
«I clienti Ryanair possono ora prenotare la loro meritata pausa estiva con la certezza che se i loro piani dovessero cambiare, possono spostare le date di viaggio due volte senza pagare il supplemento di cambio volo fino alla fine di ottobre 2021, e pagando solo l'eventuale differenza di prezzo tra il volo originale ed il nuovo volo», ha aggiunto. «Per l'occasione, abbiamo lanciato un'offerta speciale sulla Puglia con tariffe a partire da soli 19.99 euro per viaggi fino alla fine di ottobre 2021. I voli devono essere prenotati entro la mezzanotte di sabato 24 aprile. Poiché queste incredibili offerte andranno a ruba rapidamente, invitiamo i clienti a collegarsi al sito www.ryanair.com per non perdere l'occasione», ha concluso.


Il presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, ha evidenziato che «l'annuncio del potenziamento del network internazionale di Ryanair, si inserisce nella consolidata collaborazione che vede Aeroporti di Puglia e il vettore impegnate a dare ulteriore impulso alla ripresa dell'attività di linea sui nostri aeroporti».
«Si tratta di una visione strategica di sistema, strettamente legata al raggiungimento di condizioni di sicurezza sanitaria sempre più diffuse - a cui contribuiscono tutti gli operatori del settore con il supporto costante delle amministrazioni pubbliche nazionali e locali - e finalizzata alla ripresa di un comparto vitale anche per la nostra economia regionale. Un forte segnale di fiducia, fondamentale per le nostre comunità, per il territorio e per la rete aeroportuale pugliese», ha concluso Onesti. Un mese fa erano stati annunciati i collegamenti estivi di Ryanar da Bari con: Alghero, Alicante, Munster, Ibiza, Leopoli, Marsiglia, Paphos, Varsavia Modlin; da Brindisi con Madrid. In quella occasione venivano rafforzate le offerte in uscita verso la Spagna in particolare, ora Ryanair ha presentato molte rotte con destinazione le isole greche. E tali destinazioni hanno alimentato polemiche.
«Mi pare che sia singolare il rafforzamento dei voli verso la Grecia, con contributi pagati dalla Puglia per ogni passeggero trasportato. Si tratta di scelte che creeranno ulteriori difficoltà al turismo regionale e agli operatori locali che non sanno ancora quando sarà possibile riaprire, mentre si annunciano nuovi collegamenti con le isole greche», ha detto Antonio Tornese, consulente aziendale leccese, il quale è amministratore di una società che opera nella Zona economica speciale delle Canarie e proprio in rappresentanza delle Canarie è stato nominato nel'Unwto (United Nations World Tourism Organization).
«È ovvio che non ci saranno turisti che dalle isole greche verranno in Puglia, mentre è ancora più ovvio che molti pugliesi, attirati da prezzi bassi degli alberghi e dalla presenza dei voli, decideranno di andare in Grecia. Penso che sia una politica che provoca danni alla Puglia e ai suoi operatori turistici. Così non va bene. Tra l'altro vi sono operatori greci che stanno organizzando collegamenti con la Puglia utilizzando idrovolanti che possono trasportare sino a 18 passeggeri. E qui si fa finta di nulla», ha concluso Tornese.

Ultimo aggiornamento: 20:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA