Covid, Costa Crociere corre ai ripari: «Tamponi sulle navi, prima dell'imbarco»

Mercoledì 26 Agosto 2020 di Lucia PEZZUTO
Test con tampone ancor prima della partenza per i passeggeri delle navi Costa: riprende così il traffico crocieristico a Brindisi. Forse non tutto è perduto, sebbene attualmente la bella stagione sia al termine Costa Crociere non mancherà di toccare il porto di Brindisi con quattro scali nel mese di settembre, questo grazie alla certificazione del sistema di prevenzione del rischio biologico a bordo messa a punto dal Rina. Non solo in vista della ripartenza di settembre, e considerata la situazione attuale del rischio contagi e il parere degli esperti, la compagnia ha deciso di svolgere i test con tampone anche a tutti gli ospiti prima del loro imbarco.

Mare chiuso al Covid: cancellate le crociere Msc. Se ne riparla nel 2021

Ma andiamo con ordine, la compagnia di navigazione, Costa Crociere, è la prima in Italia ad ottenere la certificazione volontaria Biosafety Trust Certification, relativa alla prevenzione del rischio biologico a bordo delle navi, da parte del Rina, società di verifica, classificazione e certificazione delle navi con oltre 150 anni di storia.
Il processo di certificazione, svolto attraverso audit, prende in considerazione tutti gli aspetti della vita di bordo, dai servizi alberghieri, alla ristorazione, dal fitness alle aree relax, e delle operazioni a terra, come ad esempio le procedure di imbarco e lo svolgimento delle escursioni, valutando la rispondenza del sistema di ogni nave alle procedure finalizzate alla prevenzione e al controllo delle infezioni.

Per ottenere la certificazione del Rina sono stati creati moduli di formazione specifici per l'equipaggio, nel rigoroso rispetto dei nuovi protocolli sanitari e del relativo sistema di gestione di bordo messo in atto da Costa. Questi programmi di formazione vanno a rafforzare le già robuste procedure introdotte a bordo con il Costa Safety Protocol, il nuovo protocollo sanitario sviluppato da Costa, con il supporto scientifico di esperti indipendenti, in risposta alla situazione Covid-19. E proprio in base alla situazione epidemiologica e considerato il parere degli esperti, dalla prima partenza di Costa Deliziosa, prevista per il 6 settembre da Trieste, e a seguire su tutte le navi che ritorneranno successivamente operative, la compagnia svolgerà il test diagnostico antigenico con tampone a tutti gli ospiti imbarcanti.

Lo svolgimento del test sarà gestito all'interno delle più ampie procedure di pre-imbarco che sono state definite in base ai protocolli delle autorità sanitarie e del Costa Safety Protocol. L'effettuazione del test antigenico con tampone rapido permetterà di individuare eventuali casi sospetti di virus Sars-Cov-2, che potranno essere sottoposti a un test PCR per le verifiche più approfondite, al fine di stabilire se l'ospite è idoneo a salire a bordo. La compagnia ha anche predisposto per i propri ospiti la possibilità di sottoscrivere una copertura assicurativa dedicata, con servizi specifici in caso di necessità.

«Il ritorno delle crociere Costa sarà progressivo e all'insegna della massima sicurezza per ospiti, equipaggi e comunità di destinazione. Per questo la compagnia ha scelto di offrire itinerari solo in Italia, riservati esclusivamente ad ospiti italiani, per le sue crociere di settembre», spiega l'ufficio stampa della compagnia. Costa Deliziosa farà quattro scali il prossimo mese a Brindisi, questa maestosa nave potremo vederla nel nostro porto l'8, il 15, il 22 ed il 29 . © RIPRODUZIONE RISERVATA