Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tentano di rapinare un cellulare e picchiano l'amico intervenuto in soccorso della vittima: arrestati

Tentano di rapinare un cellulare e picchiano l'amico intervenuto in soccorso della vittima: arrestati
3 Minuti di Lettura
Martedì 20 Settembre 2022, 12:43

Avrebbero tentato di rapinare un adolescente, picchiando l'amico coetaneo intervenuto in sua difesa. È accaduto nella piazza antistante la stazione centrale di Bari, dove i carabinieri hanno arrestato in flagranza per i reati di tentata rapina e violenza privata un 24enne e un 25enne, entrambi baresi. I due sono stati sorpresi in piazza Aldo Moro mentre tentavano di sottrarre una collana ad un 16enne, aggredendo anche un amico 17enne della vittima, intervenuto in sua difesa. Nei confronti dei due è già stata celebrata l'udienza di convalida delle misure cautelari eseguite in flagranza e il gip ha disposto gli arresti domiciliari.

Pistola a Munizioni a Monopoli

Nella stessa mattinata, invece, i Carabinieri del Comando Stazione di Monopoli hanno arrestato un 22enne ed un 45enne, entrambi già noti alle forze dell’ordine, trovati in possesso di una pistola e munizioni illegalmente detenute e ritenuti dagli investigatori gli autori di una rapina ai danni di un esercizio commerciale del posto. Tutto ha avuto inizio nel pomeriggio dello scorso sabato, quando il proprietario di una piccola bottega ha visto irrompere nel proprio negozio un uomo con il volto coperto da un passamontagna ed armato di pistola. Attimi concitati dove la vittima, sotto la minaccia dell’arma, non ha potuto fare altro che consegnare l’intero incasso giornaliero e, dopo la fuga del rapinatore, chiedere aiuto ai Carabinieri della locale Compagnia. Raggiunto immediatamente il posto ed accertato che la vittima non aveva riportato lesioni, sono iniziate le meticolose indagini degli uomini dell’Arma. Raccolti tutti gli elementi, l’ipotesi investigativa ha condotto i militari ad effettuare una perquisizione nelle abitazioni dei due uomini rinvenendo una pistola, detenuta illegalmente, oltre ad un passamontagna e numerose cartucce dello stesso calibro dell’arma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA