Licenziamento ad ArcelorMittal per post sulla fiction: Sabrina Ferilli si offre per pagare spese legali. L'azienda: «Disponibili a un confronto, pronti a revocare il provvedimento»

Martedì 13 Aprile 2021
Licenziamento ad ArcelorMittal per post sulla fiction: Sabrina Ferilli si offre per pagare spese legali

Sabrina Ferilli, protagonista femminile della fiction “Svegliati amore mio”, si è offerta per sostenere le spese legali e il pagamento di uno stipendio a Riccardo Cristello, il dipendente licenziato da ArcelorMittal per aver condiviso un post sulla fiction. Un caso ormai diventato nazionale che ha suscitato la rabbia dei sindacati e il sostegno di diverse personalità dello spettacolo.

Il gesto di solidarietà 

L'attrice si è offerta per dare un aiuto all’operaio tarantino di ArcelorMittal licenziato dopo avere condiviso su Facebook un post in cui invitava a guardare la fiction sceneggiata e diretta da Simona Izzo e Ricky Tognazzi. Anche i due registi si erano proposti per sostenere le spese legali e un aiuto è stato offerto anche dall'attore tarantino Michele Riondino. Cristello ha apprezzato molto questa unità d'intenti ma ha già comunicato che al momento non c'è questa necessità: le spese legali saranno sostenute da Usb.

La serie racconta la storia che si sviluppa intorno a un’acciaieria (Ghisal) le cui polveri sottili provocano una leucemia alla figlia della protagonista. Secondo molti, pur non essendo citata Taranto, le analogie sono evidenti. E secondo la multinazionale, invece, quel post condiviso da Cristello conteneva frasi lesive dell'immagine e della reputazione dell'azienda.

 

L'azienda: «Disponibili a un confronto, pronti a revocare il provvedimento»

 

Il tourbillon sembra aver “ammorbidito” la posizione di ArcelorMittal che in una nota ufficiale afferma: «In relazione alle recenti notizie di stampa relative alla sanzione disciplinare inflitta al signor Cristello, l’Azienda chiarisce di non aver ricevuto alcuna richiesta di confronto da parte del dipendente, anzi ribadisce che le giustificazioni formulate per iscritto dallo stesso non fanno che confermare le motivazioni della sanzione disciplinare. Ciononostante, l’Azienda ribadisce la propria disponibilità ad un confronto analogo a quello avuto recentemente con altro dipendente, all’esito del quale, a fronte della presentazione di adeguate scuse, l’azienda ha deciso di revocare il licenziamento».

 

Le parole del sindacato 

 

“Ringraziamo Sabrina Ferilli per la sensibilità e la solidarietà dimostrate in queste ultime ore”, ha affermato il sindacato Usb di Taranto, “l’attrice ha telefonato a Riccardo Cristello dopo aver appreso che il lavoratore dello stabilimento siderurgico di Taranto era stato licenziato".

"A Sabrina Ferilli va il ringraziamento, mio e di tutto il sindacato che rappresento, per aver offerto al lavoratore la propria immediata disponibilità a sostenere le spese legali, oltre al pagamento di uno stipendio”.

Ultimo aggiornamento: 14 Aprile, 11:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA