Lecce, Persson show: «Ho un conto in sospeso con l'Inter. Idolo? Ibra è un Dio»/Video

Lecce, Persson show: «Ho un conto in sospeso con l'Inter. Idolo? Ibra è un Dio»
di Giuseppe ANDRIANI
3 Minuti di Lettura
Lunedì 1 Agosto 2022, 17:59 - Ultimo aggiornamento: 18:03

Joel Voelkerling Persson compirà vent'anni il prossimo 15 gennaio. Arrivato al Lecce dopo un'esperienza nella Primavera della Roma (12 gol nella scorsa stagione) e con tanta voglia di fare bene. Giovane, intraprendente, con la palla al piede ha già fatto vedere di cosa è capace e gli appassionati del campionato Primavera lo conoscono. Ma la stessa personalità non manca davanti ai microfoni. «L'anno scorso - ha raccontato questa mattina - ho perso la finale scudetto contro l'Inter, voglio prendermi la mia rivincita in Serie A, già alla prima giornata». Attaccante centrale, ma giura di saper fare anche l'esterno, Persson parla del massimo campionato come di «una sfida affascinante, spero per me possa essere un'opportunità di crescita. Voglio aiutare la squadra». 

Persson, Mourinho e Ibra: idoli e maestri

Se gli si chiede l'idolo, non ha dubbi e va spedito con la stessa sicurezza: «Ibra per me è vicino ad un Dio. Vorrei essere un po’ come lui perché ha tutto». E l'anno scorso è stato allenato da Mourinho, con tanto di esordio in prima squadra: «Un'esperienza straordinaria, il mister quando sono andato via mi ha detto di continuare a lavorare così».

© RIPRODUZIONE RISERVATA