Lecce, il big-match con il Pisa senza il bomber Coda. Il centravanti out per venti giorni

Martedì 7 Dicembre 2021 di Lino DE LORENZIS
Il bomber Massimo Coda

Il big-match tra Pisa e Lecce perde uno dei protagonisti più attesi. Massimo Coda, centravanti della squadra giallorossa, sarà costretto a saltare per infortunio l’importante sfida di sabato pomeriggio sul campo dei toscani, primi in classifica con un punto di vantaggio sui salentini. Ieri mattina, come riferito dall’ufficio stampa del club di via Colonnello Costadura, il calciatore di Cava de’ Tirreni si è sottoposto a risonanza magnetica, presso lo Studio Radiologico “Quarta Colosso” di Lecce, e ad ecografia, presso il Check-Up Centre di Cavallino. Purtroppo, gli esami strumentali hanno evidenziato una lesione di primo grado all’adduttore lungo della coscia destra. Ciò significa che Coda dovrà restare lontano dai campi di gioco almeno per venti giorni. In questi casi, si preferisce valutare le condizioni del paziente quotidianamente. La speranza di tutti è che il bomber campano possa farcela almeno per le ultime due gare ufficiali del 2021, quella del 26 dicembre sul campo del Pordenone, e quella successiva del 29 dicembre, al Via del Mare, contro la Cremonese, dopodiché ci sarà la lunga sosta della serie B. 

Niente più rischi

Di sicuro, dopo quanto accaduto domenica scorsa, nessuno vorrà più correre rischi, di conseguenza Coda tornerà in campo soltanto quando sarà completamente guarito. È anche vero però che tutti i test effettuati fino all’immediata vigilia della gara contro la Reggina avevano dato segnali positivi, da qui la scelta di mister Baroni di schierarlo nella formazione titolare, anche con il benestare del diretto interessato, smanioso di giocare e di tornare ad essere protagonista. Una volta in campo però la situazione è mutata e intorno al quarantesimo minuto di gioco, dopo un banale contrasto in area avversaria, Coda è stato costretto ad alzare bandiera bianca. Parlare con il senno di poi, a questo punto, serve a ben poco. Ciò che interessa di più è che Coda recuperi quanto prima la forma migliore, anche a costo di dover rinviare il rientro a gennaio. Questo perchè il Lecce ha assoluto bisogno di averlo a disposizione al cento per cento.

Tocca a Olivieri

E ora che succede? Con Coda fuori causa almeno per venti giorni, il tecnico Marco Baroni con ogni probabilità farà affidamento sull’ex juventino Marco Olivieri, l’unico degli attaccanti ancora a digiuno di gol. Contro la Reggina in verità ci è andato vicinissimo e la sua prestazione è stata tutto sommato sufficiente. Ora però tocca a lui darsi una mossa e contribuire, con quelle che sono le sue qualità, a far vincere il Lecce. Fermo restando che Baroni può sempre contare su Rodriguez, esterno nel 4-3-3 ma sempre pronto a riprendersi il centro dell’attacco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA