Sanremo 2019, rivoluzione Baglioni: addio alle Nuove Proposte e due Festival separati per giovani e Big

Sanremo 2019, rivoluzione Baglioni: Addio alle Nuove Proposte e Festival separato per giovani e Big
Sanremo 2019 si sdoppia! Manca solo l'ufficialità della Rai ma dalle prime indiscrezioni Claudio Baglioni, direttore artistico della kermesse canora per il secondo anno consecutivo, ha in mente di cambiare il regolamento e di dividere la gara in due diverse manifestazioni, separando i giovani dai Big.



Cosa accadrà quindi ? Che "Sanremo 2019" andrà in onda dal 5 al 9 febbraio 2019, ma senza le Nuove Proposte.
Ai giovani sarà dedicata uno show a parte, con un conduttore diverso dall'evento principale, che andrà in onda a dicembre ( probabilmente il 13 e il 14), e si terrà nel teatro del Casinò di Sanremo. Solo il primo classificato potrà raggiungere i Big e gareggiare nella manifestazione di febbraio all'Ariston.

Attraverso questo meccanismo, i big in gara a febbraio potrebbero passare da 20 a 24. Sembrerebbe inoltre confermato il "No" alle eliminazioni come nell'edizione precedente "L'eliminazione è stata eliminata - aveva spiegato lo scorso anno Baglioni -  Non ci sarà, come in tutte le edizioni precedenti, quella pratica un po' violenta del dover mandare a casa qualcuno. Chiunque degli invitati al Festival, cominceranno il Festival e lo finiranno. Nessuno andrà via, nessuno dovrà fare le valigie. Ci sarà comunque un concorso, ma questo renderà Sanremo simile a un festival del cinema o a un festival letterario".

Ancora nessun nome per quanto riguarda i conduttori, ma il "Dittatore Artistico", come si diverte a farsi chiamare il cantautore, si avvarrà di presenze diverse di serata in serata, non ci saranno dunque vallette o co-conduttori fissi, come Piefrancesco Favino e Michelle Hunziker le star che hanno brillato lo scorso anno potrebbero fare delle incursioni a sorpresa.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovedì 19 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 22:36
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti