Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Covid, la polemica: per Zullo (FDI) inutilizzati 2 milioni per aumentare i test in Puglia

Covid, la polemica: per Zullo (FDI) inutilizzati 2 milioni per aumentare i test in Puglia
1 Minuto di Lettura
Domenica 14 Marzo 2021, 20:27

«Pochi tamponi fatti ma spesi 2 milioni per macchinette di lettura che restano in deposito». La dura accusa contro la Regione Puglia è del capogruppo regionale di Fratelli d'Italia, Ignazio Zullo, che ha presentato un'interrogazione per conoscere lo stato dei fatti. 

«Il governo Conte - con decreto 137 del 2020 - aveva stanziato per la Regione Puglia per implementare il sistema di ricerca della positività al Covid. La cifra sarebbe servita per acquistare 120 macchinette per la lettura in chemiluminescenza dei tamponi rapidi antigenici che sarebbero rimaste ferme in deposito». Zullo è convinto che la diffusione del coronavirus che ha portato la Puglia a diventare zona rossa è dovuta anche ai pochi tamponi che sono stati e vengono fatti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA