Morto il ciclista pugliese che si è scontrato con una volante della polizia: l'incidente a Torino

Morto il ciclista pugliese che si è scontrato con una volante della polizia: l'incidente a Torino
3 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Giugno 2022, 08:50 - Ultimo aggiornamento: 22:04

È stato identificato il ciclista morto ieri sera a Torino in uno scontro con una volante della polizia. Francesco Convertini aveva 33 anni, originario della Puglia, di Locorotondo in provincia di Bari. In un primo momento era stato riferito che era sprovvisto di documenti che invece sono stati poi ritrovati nello zainetto che l'uomo aveva con sé.

Dinamiche da chiarire

Non è ancora chiara la dinamica dell'incidente, ma secondo una prima ricostruzione il ciclista stava passando sulle strisce pedonali dai Giardini Reali verso corso Regio Parco, prima del sottopassaggio di corso Regina Margherita, nel centro della città. I primi a soccorrere la vittima sono stati gli agenti della volante che hanno praticato il massaggio cardiaco, fino all'arrivo dell'ambulanza del 118, ma le condizioni del ciclista sono apparse subito disperate.

Una carriera stroncata

 Dopo l'impatto le sue condizioni sono apparse subito disperate. Vani i tentativi di rianimarlo da parte degli operatori del 118 giunti sul posto. A Torino, Francesco aveva intrapreso una promettente carriera da designer. Appassionato di autocostruzione, era impegnato nell'allestimento di musei e fiere d'arte. Il tragico incidente è avvenuto nella serata di ieri in corso Regina Margherita, intorno alle 20.30. Secondo gli accertamenti il 33enne stava attraversando la strada nei pressi del sottopasso di piazza della Repubblica, in zona Porta Palazzo. L'auto della Polizia, che trasportava oltre a due poliziotti anche un uomo fermato per accertamenti, ha urtato Convertini che è caduto rovinosamente a terra.

Un impatto violentissimo con l'asfalto che non gli ha lasciato scampo. Il 33enne è praticamente morto sul colpo. Nonostante i numerosi tentativi di rianimazione per lui non c'è stato nulla da fare. Sul posto è intervenuta la Polizia Municipale che ha effettuato i rilievi per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente. Secondo alcune testimonianze sembra che la Volante avesse i lampeggianti accesi, ma la sirena spenta. Da accertare anche se il semaforo di corso Regina Margherita al momento dell'impatto, fosse funzionante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA