Dalla Puglia a Roma: i giovani incontrano Papa Francesco

Dalla Puglia a Roma: i giovani incontrano Papa Francesco
di Katia PERRONE
3 Minuti di Lettura
Lunedì 18 Aprile 2022, 16:00 - Ultimo aggiornamento: 19:29

Una Pasquetta fuori dall’ordinario quella che i giovani pugliesi e salentini vivranno oggi. Sono quasi 4mila gli adolescenti che, insieme agli accompagnatori, questo pomeriggio vivranno il Lunedì dell’Angelo in Piazza San Pietro, a Roma, insieme al Santo Padre.

Una chiamata, quella arrivata dalla CEI e da Papa Francesco nei giorni scorsi, alla quale hanno risposto in tantissimi da tutta Italia. In pochi giorni dopo l’annuncio del pellegrinaggio #Seguimi, organizzato per permettere ai giovani tra i 12 e i 17 anni di incontrare Papa Francesco Bergoglio dopo questi due anni di pandemia, che ha costretto migliaia di giovani italiani, di una fascia di età particolarmente delicata, di ritornare finalmente alla normalità, con un momento di condivisione che li vedrà protagonisti con una veglia di preghiera, tra canti, sorrisi, musica e testimonianze, prima del saluto del Papà che a bordo della papamobile si sposterà lungo il percorso organizzato in piazza per salutare e benedire i quasi 57mila giovani accorsi da ogni parte dello stivale.

Roma, giovani pugliesi incontrano Papa Francesco

A presentare l’evento sarà Andrea Delogu, che lascerà spazio poi a Blanco, il vincitore di Sanremo 2022 insieme a Mahmood, che canterà per il Papa. E poi ancora l’attore Giovanni Scifoni e la giovane promessa della musica Matteo Romano.

Quasi 4mila dicevamo i giovani in viaggio ora per Roma da tutta la Puglia. Quasi 300 sono quelli della diocesi di Lecce. Tra loro i giovani e gli accompagnatori di otto parrocchie leccesi. Tra queste la Parrocchia Santa Famiglia di Trepuzzi, i ragazzi della Parrocchia Santa Maria della Pace di Lecce, quelli di Cavallino e Melendugno.

Poi anche da Brindisi i ragazzi dell’oratorio Salesiani, e i 600 adolescenti e accompagnatori dalla diocesi di Trani Barletta e Bisceglie. La speranza e l’obiettivo del pellegrinaggio organizzato dalla CEI è che questo pellegrinaggio lasci un segno indelebile nel cuore dei giovani che oggi invaderanno Roma. Da Piazza San Pietro partirà un grande appello e una preghiera unanime e profonda per la pace per tutti i popoli del mondo, e contro la guerra che sta flagellando l’Ucraina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA