Banca d' Italia e Soroptimist, donne a lezione di investimenti: così si impara a contare di più

Mercoledì 28 Ottobre 2020

Donne e soldi, un altro gap da colmare. Meno preparate degli uomini a gestire la propria situazione economica e anche meno istruite in ambito finanziario. Ecco allora la necessità di renderle più consapevoli sulle possibilità di investire al meglio i proprio risparmi. È questo l’obiettivo dell’iniziativa “Le donne contano”, il primo percorso di educazione finanziaria ideato da Banca d’Italia e Soroptimist International e indirizzato appunto alle donne. L’intenzione è quella di «aiutare le donne a guadagnare terreno in campo economico e finanziario, condizione indispensabile per l’emancipazione e il benessere individuale e familiare, e a sensibilizzarle sull’importanza di acquisire un’educazione finanziaria di base». In Italia esiste ancora un significativo divario nel livello di alfabetizzazione finanziaria tra uomini e donne. Queste ultime hanno una minore conoscenza della propria situazione economica, una minore abitudine a tenere traccia delle proprie spese attraverso, per esempio, la costruzione di un budget e in molti casi non hanno budget se non quello per la gestione domestica. Ecco allora che nel corso verrà spiegato il significato di termini come obbligazioni, azioni, rating, spread, bond, fondo, indice, interesse semplice e composto. E si insegnerà a fare scelte consapevoli, ad esempio tra un’obbligazione a lunga scadenza o di una a breve scadenza, o scegliere un mutuo a tasso fisso rispetto a uno a tasso variabile. O a utilizzare al meglio gli strumenti digitali per gestire i propri conti.

Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre, 07:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA