Il sindaco di Galatone Filoni minacciato: «Un proiettile per lei e per il suo amico Alessandro»/La solidarietà della politica

Il sindaco di Galatone Filoni minacciato: «Un proiettile per lei e per il suo amico Alessandro»/La solidarietà della politica
di Matteo BOTTAZZO
5 Minuti di Lettura
Martedì 14 Giugno 2022, 16:02 - Ultimo aggiornamento: 15 Giugno, 14:53

«Signor Filoni ha vinto? Stia attento, un proiettile è per lei e uno per il suo amico Alessandro». E' la minaccia pubblicata questa mattina sul profilo del Comune di Galatone. Il sindaco riconfermato annuncia una querela. 

Le minacce sui social

Minacce sui social, da un profilo fake. E' quello che sta accadendo nel giorno dopo la rielezione del sindaco Flavio Filoni che ha riconquistato lo scranno più alto di palazzo di città al primo turno a Galatone. Un successo quello del sindaco Dem che sembra non essere gradito proprio a tutti, tanto che qualcuno si è spinto oltre e ha minacciato il sindaco Filoni e il secondo degli eletti Alessandro Vinci, pubblicamente sui social.

«I poteri politici spettano a chi è più capace di far prevalere la legge comune della società, cioè, la giustizia, la ragione, la verità - questo il commento di Flavio Filoni-. Sono questi i principi che continueranno a guidare il mio agire per i prossimi cinque anni. Concludo dicendo che è imperativo dover tutelare l’incolumità mia e dei miei famigliari con l’intervento degli organi inquirenti e per questo, nelle prossime ore, provvederò a depositare apposita querela innanzi agli organi preposti».

I messaggi di solidarietà del Pd

«Non saranno certo le minacce di uno stolto a scalfire l'animo buono di Flavio e Alessandro - scrive il presidente della Provincia di Lecce e sindaco di Gallipoli, Stefano Minerva -  Ieri abbiamo assistito ad una festa di comunità, che si è ritrovata festante attorno al suo sindaco. Flavio ha dimostrato tutto il valore della sua squadra e di una rete istituzionale che vede Galatone e gli altri comuni protagonisti nel Salento. Una squadra che si rafforza e che vede l'ingresso di Alessandro, un giovane che come noi è cresciuto ed è maturato militando in una giovanile di partito, fra i banchi del Consiglio. A Flavio e ad Alessandro, giunga il mio abbraccio e la solidarietà di tutti noi». A puntare il dito contro la "vile minaccia" recapiata a mezzo social a Filoni è il consigliere regionale del Pd, Donato Metallo. «Ho fatto il sindaco per due mandati e so cosa significa tenere la schiena dritta - ha scritto l'esponente Dem - Flavio Filoni lo sa meglio di me. Perché è un ottimo amministratore ed è una persona per bene. Questa vile minaccia sui social rivolta a lui e all’amico Alessandro Vinci meritano una reazione ferma da parte della politica e della comunità intera. Perché arriva dopo l’altro fatto vergognoso delle ingiurie sui manifesti e perché una città importante e solidale come Galatone non merita di essere sporcata da questi gesti. Non riusciranno a rovinare la festa di chi oggi esulta per lo straordinario risultato elettorale di Flavio, di Alessandro e della loro squadra. Un risultato che conferma invece che il lavoro svolto fin qui è stato apprezzato dalle cittadine e dai cittadini, e rappresenta un incitamento a continuare così. Con passione, impegno, e con la schiena dritta appunto. Perché la buon politica si fa così, o non si fa». Vicinanza al sindaco di Galatone anche da parte del segretario provinciale del Pd, Ippazio Morciano. «Da Segretario provinciale del Partito Democratico della Federazione leccese, esprimo la solidarietà mia e di tutta la comunità democratica salentina a Flavio e Alessandro. Non cediamo alle minacce e all'ignoranza. Pensiamo a festeggiare la conferma del buon governo del Sindaco Filoni e della sua squadra, con il Pd architrave della coalizione. Flavio ha avuto il merito di aver fatto crescere una squadra di giovani capaci, intelligenti, umili ed appassionati. Alessandro  proprio uno di questi è il risultato ottenuto dimostra quanto di buono ci sia nella scelta di coinvolgere i Giovani Democratici nelle scelte importanti per le nostre comunità». Sulla vicenda interviene anche il vicesindaco di Tricase, Andrea Ciardo. «Non c'è spazio per le minacce. Flavio e Alessandro sono gli esempi di quella Politica capace di emozionare, di appassionare, di godere della fiducia di una comunità - fa sapere Ciardo - Lo dimostrano i dati di ieri. Lo dimostra la Città di Galatone. A Flavio, sindaco appena rieletto al primo turno. Ad Alessandro, amico e compagno vero, con cui ho condiviso la guida dei Giovani Democratici del Salento. Per quanto possa contare, a loro il mio pensiero e la mia solidarietà».

La vicinanza degli amministratori salentini

«Le minacce che poche ore fa Flavio e Alessandro Vinci hanno ricevuto sono indegne di una comunità calorosa e di persone per bene come quella di Galatone. Sono certo che due bravi amministratori non faranno nessun passo indietro a causa di un atto così vile. Ma sono altrettanto consapevole, senza bisogno di nascondersi dietro un dito, che queste cose fanno male - scrive il sindaco di Racale, Antonio Salsetti - Allora fa bene Flavio a reagire, a querelare, a chiedere l’intervento della magistratura. Intanto noi, insieme, sappiamo bene da che parte stare. Dalla parte di chi lavora bene e per questo costruisce un consenso enorme tra la gente, dalla parte di chi sa che amministrare significa nom vedere e andare avanti, sempre. Dalla parte di Alessandro Vinci e di Flavio Filoni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA