Salento, anziana cade in casa e non riesce a chiamare la famiglia per giorni. Salvata dalla polizia locale

Lunedì 23 Maggio 2022 di Pierangelo TEMPESTA
Il commissario Maria Grazia Esposito, comandante della polizia locale

E' rimasta in casa immobilizzata per giorni dopo una caduta. Anziana donna salvata dalla polizia locale. Non avevano notizie di lei da due giorni. Un'anziana di Collepasso, Comune del Salentoè stata tratta in salvo ieri mattina da polizia locale e vigili del fuoco: era caduta e non riusciva a chiedere aiuto.

Non si avevano notizie da giorni

Anziana sola cade in casa e nessuno può soccorrerla: ci pensano i vigili del fuoco


Tutto è accaduto in un'abitazione di via Vittorio Emanuele III. La signora, 89 anni, non riusciva a mettersi in contatto con i parenti da sabato. I familiari, infatti, pur provando a contattarla, non ricevevano risposte e non erano riusciti ad entrare in casa. Ieri, quindi, la decisione di chiamare i soccorsi. L'appartamento è stato raggiunto dalla comandante della polizia locale, il commissario Maria Grazia Esposito, e dall'agente Donatella Rossetti, che hanno chiesto l'autorizzazione del magistrato di turno ad entrare in casa e, quindi, chiamato ad intervenire il 118 e i vigili del fuoco. Dopo aver sfondato la porta, i soccorritori hanno notato che la donna era riversa a terra, dolorante: si era ferita alla gamba sinistra. La malcapitata è stata subito trasferita al pronto soccorso dell'ospedale di Scorrano.

«Sono sola, non riesco a cucinare e ad andare a ritirare la pensione alla Posta». Ci pensano Polizia Locale e Protezione civile. La storia di Angela
 

L'intervento della polizia locale

«Il nostro lavoro è anche questo - afferma la comandante Esposito - la polizia locale è la polizia di prossimità, quella più vicina alla comunità che tutti i giorni è lieta di servire. Siamo a disposizione dei cittadini e oggi sono particolarmente fiera del mio lavoro e del lavoro di squadra condotto assieme alla mia agente Donatella Rossetti e a tutta la rete che si è attivata perseguendo un lieto fine». «Molto spesso - aggiunge il presidente dell'Associazione comandanti e ufficiali della polizia locale, il dirigente superiore Donato Zacheo - accadono eventi simili ad opera di tanti colleghi che operano sul nostro territorio. Oggi le colleghe hanno dato lustro al Corpo di polizia locale, che non solo è il primo baluardo di legalità e va ricordato oggi, a trent’anni dalla strage di Capaci, ma è soprattutto la polizia più vicina ai cittadini».

Ultimo aggiornamento: 24 Maggio, 11:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA