Rifiuti abbandonati in spiaggia dopo la notte di San Lorenzo: task force per ripulire l'arenile

Rifiuti abbandonati in spiaggia dopo la notte di San Lorenzo: task force per ripulire l'arenile
di Luana PRONTERA
3 Minuti di Lettura
Giovedì 11 Agosto 2022, 19:18 - Ultimo aggiornamento: 19:54

Rifiuti abbandonati in spiaggia dopo la notte di San Lorenzo: task force per ripulire l'arenile. Sono stati necessari 10 operatori ecologici, 5 operatori di pubblica sicurezza e l’intero corpo di Polizia Municipale per ripristinare e pulire la spiaggia libera di Pescoluse dopo la notte di San Lorenzo. Un lavoro immenso iniziato all’alba che si è protratto per ore al fine di garantire l’utilizzo della spiaggia a paesani e turisti. La spiaggia, presa d’assalto da giovani e meno giovani intenti a guardar le stelle cadenti, presentava ogni tipo di rifiuto prontamente raccolto e smaltito. La situazione, tuttavia, ha fatto indignare non solo gli amministratori ma anche le associazioni che durante tutto il corso dell’anno di occupano di tenere pulito l’ambiente con operazioni di raccolta volontaria.

L'intervento dell'assessore 


«Ogni notte le nostre spiagge libere vengono pulite sia a mano che con la vagliatrice grazie ad uno specifico affidamento predisposto dal Comune – afferma l’assessore Francesco De Giorgi – ma quello che abbiamo trovato questa mattina è stato davvero desolante e irrispettoso nei confronti di tutti».
«I servizi di pulizia dell’arenile eseguiti dal comune, insieme alla presenza delle torrette di salvataggio e della presenza dei bagnini, sono fondamentali per l'ottenimento della Bandiera Blu – precisa l’assessore – è un servizio a cui teniamo particolarmente. Infatti, le nostre spiagge sono tra le più belle, pulite e sicure dell'intero territorio salentino. - e continua – Tuttavia, chi viene sulle nostre spiagge sia di giorno che di notte, deve sapere che non saranno tollerati comportamenti che danneggiano l'ambiente o l'immagine della nostra Comunità».
Peraltro, in spiaggia e lungo tutto il litorale salvese sono presenti oltre cento secchi dell’immondizia e non solo in prossimità degli accessi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA