La sfida anti Covid: Lachifarma riconverte uno degli stabilimenti in vista della produzione di vaccini in Italia

Lunedì 12 Aprile 2021
La sfida anti Covid: Lachifarma riconverte uno degli stabilimenti in vista della produzione di vaccini in Italia

Lachifarma va spedita verso la riconversione di uno dei suoi impianti. Sono partiti a Zollino, in provincia di Lecce, i lavori in vista della produzione di vaccino anti Covid. L'azienda ha accettato l’importante sfida di produrre eccellenza tecnologica al Sud Italia.

 

La sfida anti Covid

 

Iniziata la riconversione di uno degli stabilimenti dell’azienda farmaceutica Lachifarma, con sede a Zollino, in vista della produzione di vaccino anti Covid. Dopo l’inserimento dell’azienda all’interno della road map europea per la produzione aggiuntiva di vaccino anti Covid, e la presenza oramai acclarata di Lachifarma all’interno della rosa italiana delle aziende indicate dal Mise a questo scopo, è tutto davvero a buon punto perché l’azienda salentina diventi una delle protagoniste della rinascita tecnologica e industriale del Sud Italia.

Inoltre il Mise sta strutturando la risposta italiana in vista della futura produzione di vaccino anti Covid, in modo che il Belpaese possa essere in grado di rispondere adeguatamente a qualsiasi emergenza sanitaria. E questo forte anche delle informative fornite dal ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti che nella seduta del Senato dell’8 aprile ha affermato di puntare ad un polo farmaceutico italiano.

Lachifarma è stata inoltre contattata da diverse società estere detentrici di brevetto per vaccino anti Covid. «Visto l’andamento spedito dei lavori di riconversione – dice il vice presidente di Lachifarma, Luciano Villanova – stiamo lavorando alacremente affinché si possa guadagnare qualcosa sul periodo di dodici mesi, stimato per la produzione industriale del vaccino che sarà a noi affidato».

Ultimo aggiornamento: 13 Aprile, 08:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA