Commercio: sicurezza e video sorveglianza nei negozi. Siglato l'accordo in Prefettura

Domenica 21 Febbraio 2021

Un'intesa tra Prefettura di Brindisi e le associazioni di commercianti per aumentare la sicurezza delle loro attività. Nei giorni scorsi presso la sede dell'ente territoriale di governo è stata messa la firma su un protocollo mirato a garantire più tranquillità ai negozianti: a siglarlo, il prefetto Carolina Bellantoni, la presidente provinciale di Confcommercio, Anna Rita Montanaro ed il presidente provinciale di Confesercenti, Michele Piccirillo.


L'iniziativa, che (ricorda una nota della stessa Prefettura) prende il nome di Protocollo d'intesa in materia di video allarme anti rapina con Confcommercio e Confesercenti ha come obiettivo quello di «innalzare gli standard di sicurezza delle varie attività commerciali della provincia», attraverso la valorizzazione di soluzioni tecnologiche che consentano «una interconnettività più rapida dei sistemi d'allarme utilizzati dai commercianti e le sale operative delle Forze dell'Ordine». All'interno del documento, si ricorda sempre nella nota, sono racchiusi i medesimi criteri generali di collaborazione dell'intesa stipulata il 12 dicembre 2019 dal Ministero dell'Interno e le articolazioni nazionali di Confcommercio e Confesercenti.

In quell'occasione, in particolare, l'allora sottosegretario agli Interni Achille Variati (firmatario con la presidente di Confesercenti Patrizia De Luise e la componente della giunta nazionale di Confcommercio per la legalità e per la sicurezza Anna Maria Nocentini Lapini) disse che nel quadro della strategia complessiva di prevenzione e contrasto di furti e rapine ai danni degli operatori commerciali, sono dimostrati dai dati in diminuzione nei primi 10 mesi dell'anno rispetto allo stesso periodo di quello precedente. Variati ricordò anche il valore sociale e urbano dei negozi di vicinato che sono presidio di vitalità, di relazioni, di qualità, e di sicurezza. In questo contesto, quindi, anche l'intesa nel nostro territorio punta sul collegamento dei sistemi installati presso gli esercizi commerciali, «il cui flusso telematico, in caso di allarme, viene inviato dice ancora la Prefettura brindisina - direttamente alle sale operative delle Forze di Polizia». Le parti in causa hanno anche sottolineato l'importanza di questo protocollo.


La Prefettura, infatti, ha spiegato che la Bellantoni ha sottolineato «come in questo periodo di particolare crisi ed emergenza l'intesa assuma un valore ancora più importante e costituisca un esempio di buona prassi nella certezza che gli strumenti messi in campo saranno particolarmente efficaci per il settore», e più in generale «per dare una risposta concreta alla richiesta di sicurezza che arriva dal settore economico-produttivo». La stessa intesa, inoltre, passerà al vaglio dello stesso ente territoriale di governo, attraverso un'attività «di monitoraggio periodico da parte della Prefettura»: lo scopo, quello di verificare la percentuale degli esercenti aderenti, l'efficacia e l'efficienza del sistema, ai fini anche delle eventuali ulteriori iniziative da proporre a livello centrale.
F.Tri.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA