Cade con la moto: muore a Milano un giovane avvocato di Brindisi

Domenica 3 Ottobre 2021 di Lucia PEZZUTO

BRINDISI - Dramma sulle strade del capoluogo lombardo. Un giovane avvocato brindisino, Emanuele Guadalupi, 35 anni, figlio dell'ex vice sindaco di Brindisi Vincenzo Guadalupi, nonché nipote dell’indimenticabile onorevole Mario Marino Guadalupi, ha perso la vita a causa di una tragica caduta con la moto. Il giovane professionista, che da anni era residente a Milano, è deceduto nella notte tra sabato e domenica. La dinamica dell’incidente non è stata ancora chiarita. Il 35enne era in sella alla sua moto quando, per cause ancora in corso di accertamento da parte delle forze dell’ordine intervenute sul luogo della tragedia, è finito con violenza sull’asfalto. Un dramma che ha generato grande sgomento in città. Emanuele Guadalupi, giovane , brillante avvocato, aveva anche militato nella squadra dell’Assi basket, società sportiva di cui suo padre Vincenzo era stato per tanti anni presidente.

Il ricordo

Sia in campo che sugli spalti, Emanuele si era sempre fatto notare per il suo attaccamento alla maglia e per lo spirito di squadra sino a quando, intorno ai 20 anni non si era trasferito a Milano dove aveva intrapreso gli studi universitari seguendo il percorso di formazione del suo papà e del nonno, laureandosi in Giurisprudenza, per poi iniziare una brillante carriera presso uno studio legale a Milano. La scomparsa del giovane è arrivata come un fulmine a ciel sereno per la famiglia Guadalupi, affranta dal dolore. Increduli gli amici, che soltanto poche ore prima lo avevano saluto sui social, dove il giovane avvocato aveva postato una foto con dedica speciale: una manifestazione di affetto condivisa sui social. Un pensiero dedicato alla nonna Pina nella festa dedicata ai nonni «Auguri alla mia cara nonna Pina - scriveva Emanuele. Per la festa dei nonni e quindi auguri a tutti i nonni che in Italia rappresentano ancora un grandissimo capitale umano per tutte le famiglie italiane». Con queste parole il giovane ha voluto ancora una volta testimoniare l’affetto per la famiglia nonostante gli studi e il lavoro lo avessero portato lontano.

Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre, 22:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA