Daspo urbano di sei mesi per sette ragazzini che aggredirono un ristoratore

La polizia nel centro di Bitonto
La polizia nel centro di Bitonto
2 Minuti di Lettura
Sabato 10 Settembre 2022, 13:37 - Ultimo aggiornamento: 21:03

Il provvedimento del daspo urbano è stato disposto nei confronti dei sette minorenni ritenuti responsabili dell'aggressione a un ristoratore di Bitonto (Bari) e ai suoi famigliari la sera del 14 agosto scorso.

Le prescrizioni

Il Dacur adottato dal questore di Bari prescrive che per sei mesi, dalle 12 alle 3, i sette minorenni non potranno accedere agli esercizi pubblici e ai locali di pubblico trattenimento nel centro storico di Bitonto. In particolare i destinatari del daspo urbano non potranno frequentare i locali nel perimetro compreso tra via Matteotti, via De Ildaris, via Magenta, via Solferino, via Castel Fidardo, via Galilei, via Alessandro Volta, piazza Marconi e piazza Moro, e non potranno stazionare nelle immediate vicinanze dei medesimi esercizi pubblici e locali di pubblico trattenimento.

Vivibilità e decoro delle aree urbane

«Le misure - spiega la questura in una nota - mirano alla vivibilità, al decoro delle aree urbane, perseguendo l'eliminazione dei fattori di marginalità e di esclusione sociale, nonché la prevenzione della criminalità, con particolare riguardo a quella di tipo predatorio». Stando alle indagini sull'aggressione, affidate ai carabinieri e coordinate dalla Procura per i Minorenni, il gruppo di minorenni, tra i quali alcune ragazze, avrebbero aggredito il titolare di una norcineria che poco prima li aveva rimproverati con veemenza perché con i loro schiamazzi importunavano i clienti del locale. In risposta al rimprovero, il gruppo avrebbe accerchiato il ristoratore aggredendolo con schiaffi e calci e danneggiando alcune suppellettili del locale e inveendo poi anche contro alcuni famigliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA