Mercurio "oscura" il sole: la danza del pianeta fotografata dal Salento

Lunedì 11 Novembre 2019
Mercurio entra nel sole. Foto: Alfonso Zuccalà

Accade appena 13 o 14 volte in un secolo che Mercurio scorra come un minuscolo neo contro il disco gigantesco del Sole, provocando delle impercettibili eclissi, e la prossima volta succederà solo il 13 novembre 2032: per questo l'appuntamento alle 13:35 di oggi è stato da non perdere e in tutto il mondo astronomi e astrofili si sono organizzati per osservare la danza del pianeta contro il Sole. 

Anche nel salento, i più bravi hanno voluto immortalare questo storico istante, come in questi scatti di Alfonso Zuccalà. 

 

L'ultimo transito di Mercurio contro il Sole risale al 9 maggio 2016 e quello ancora precedente all'8 novembre 2006. Osservarlo non è soltanto una curiosità, ma per gli astronomi è un'occasione per studiare gli strati più esterni dell'atmosfera del Sole, ossia la fotosfera e la cromosfera. Per tutti "vale assolutamente la pena vederlo dal vivo", ha rilevato Giuseppe Cutispoto, dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) di Catania.

Poiché Mercurio è più vicino al Sole rispetto a quanto lo sia la Terra, passa costantemente fra il nostro pianeta e il Sole, ma la sua orbita è inclinata rispetto a quella terrestre; è possibile osservarne il transito sul disco solare solo quando le due orbite si intersecano. L'11 novembre "Mercurio è perfettamente allineato fra la Terra e il Sole", ha detto l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope. Nel momento del transito il più piccolo pianeta del Sistema Solare è distante 101 milioni di chilometri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA