Con le auto a tutta velocità fra la gente: «Gare clandestine, abbiamo paura»

Con le auto a tutta velocità fra la gente: «Gare clandestine, abbiamo paura»
La zona di Lama, a Taranto, nell'ultimo decennio è stata caratterizzata da un'enorme espansione urbanistica, con conseguente crescita della popolazione, ma la maggior parte delle sue arterie stradali è rimasta la stessa, vie più adatte alla borgata di un tempo che all'odierno grande quartiere cittadino.
Questa trasformazione sta, però, suscitando anche qualche preoccupazione tra i residenti dal punto di vista della sicurezza stradale, a cominciare dall'importantissima via Lama, strada che attraversa il centro e porta verso la Circumvallazione dei Fiori e la Litoranea.
«Da qualche tempo» ha affermato una signora che vive nella borgata sin da bambina «via Lama sembra essere diventata una pista automobilistica, con i veicoli che sfrecciano a grandissima velocità». C'è persino chi sospetta che, soprattutto nelle ore notturne, vengano organizzate vere e proprie gare di velocità. »Vanno a velocità folle, abbiamo quasi paura ad uscire di casa».

«Veniamo svegliati nel cuore della notte» ha raccontato la sua vicina «dal rombo dei motori delle motociclette ed abbiamo quasi l'impressione che compiano veri e propri giri, come se fossero su una pista. Ci pare, infatti, che dopo un po' di tempo, gli stessi motociclisti ripassino nuovamente». C'è preoccupazione soprattutto per la sicurezza pedonale. «Via Lama» ha osservato un villeggiante «è una strada stretta e priva di marciapiedi. Camminare a piedi o andare in bicicletta diventa un azzardo».

Molte le famiglie con bambini piccoli all'interno delle ville che si affacciano lungo via Lama o la incrociano. «Fino a quale tempo fa» ha detto una mamma «eravamo tranquilli quando i ragazzini varcavano il cancello per recuperare un pallone o per andare a piedi dai vicini a giocare con gli amichetti, adesso preferiamo accompagnarli».
Nelle scorse settimane c'è stato anche un brutto incidente automobilistico, con un veicolo che, dopo aver effettuato un testacoda, è andato a sbattere contro il muretto a secco di una villa.

Per fortuna, in quel momento sulla strada non c'erano altri veicoli e pedoni, e così nessuno si è fatto male, ma sono stati registrati solo danni ai mezzi coinvolti. Da qui la sollecitazione di un gruppo di cittadini affinché si ponga rimedio al più presto a questa situazione: «Affidiamo al Quotidiano il nostro appello all'Amministrazione comunale ad intervenire per restituire sicurezza e tranquillità non solo a noi residenti, ma soprattutto ai villeggianti che scelgono Lama per le loro ferie proprio perché è sempre stata un luogo senza troppo smog, traffico e confusione. Ci appelliamo anche ai nostri concittadini, affinché siano responsabili tutte le volte che si mettono al volante».

Infine, l'appello a chi, residente nella zona, manifesta scarso senso civico, deturpando la bellezza della borgata. «L'Amministrazione comunale» hanno osservato gli stessi cittadini «ha sistemato le campane per la raccolta del vetro, ma non sono pochi coloro che preferiscono abbandonare sacchetti di plastica stracolmi di bottiglie e vasetti accanto alle campane piuttosto che inserirli al loro interno. L'effetto che si produce è devastante, non solo perché non è bello trovare i rifiuti lungo le strade, ma anche perché si annullano così in maniera irresponsabile tutti gli sforzi che Comune e semplici cittadini compiono ogni giorno per migliorare la vivibilità del quartiere».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Domenica 18 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento: 10:15