Meccariello si è ripreso il Lecce: con lui in campo tre vittorie nelle ultime quattro partite

Lunedì 4 Ottobre 2021 di Lino DE LORENZIS
Biagio Meccariello in azione contro il Monza

Partire ad ogni inizio stagione con l’etichetta di rincalzo e poi diventare puntualmente un punto fermo della squadra. È il destino che accompagna ormai da anni l’esperienza in giallorosso di Biagio Meccariello, 30 anni, difensore centrale originario del Sannio, da quattro stagioni in forza al Lecce del presidente Sticchi Damiani. Venerdì scorso, nel big-match casalingo contro il Monza, vinto quasi in scioltezza dagli uomini di Marco Baroni, l’esperto marcatore beneventano è tornato a far parte della formazione titolare. Non accadeva dal 10 maggio scorso, in occasione dell’ultima gara della stagione regolare giocata (e persa) in casa dell’Empoli.
Vale la pena ricordare che, al termine del campionato 2020-2021, Meccariello è stato sul punto di cambiare casacca, spinto dalla voglia di trovare nuovi stimoli dopo la delusione per la mancata promozione in serie A. Al di là delle chiacchere estive però nessun club si è fatto avanti concretamente con i dirigenti del Lecce e così “Big Mec” è rimasto nel Salento con l’obiettivo di provare a ritagliarsi uno spazio tutto suo in una squadra che, nel frattempo, aveva già deciso di puntare su altri elementi per il ruolo di centrale difensivo.

La rincorsa di "Big Mec"

In principio Meccariello è uscito pure dalla lista dei convocati, con il passare dei giorni però società, tecnico e calciatore hanno rivisto le proprie posizioni e di conseguenza il calciatore è ripartito dalla panchina. Sarà un caso, la realtà dice che dal momento del suo ingresso in campo, all’82’ di gioco della gara casalinga contro l’Alessandria, il Lecce ha svoltato. Sotto di un gol a otto minuti dalla fine, la squadra di Baroni ha ribaltato gli avversari e nell’azione del terzo gol, quello della vittoria, Meccariello è stato decisivo con una spizzata a favore di Lucioni. Poi a Cittadella il difensore sannita è entrato in campo all’inizio del secondo posto al posto di un disorientato Bjarnason per cercare di proteggere la difesa dagli attacchi della formazione di Gorini. E come d’incanto, la furia di Tounkara e compagni è svanita e il Lecce ha portato a casa la vittoria dopo un primo tempo di grande sofferenza. Infine, venerdì scorso, alla terza presenza stagionale, la prima da titolare, Meccariello - tornato a giocare accanto a Lucioni - è stato uno dei principali artefici del rotondo successo dei giallorossi contro la corazzata di Giovanni Stroppa. I tanto temuti Gytkjaer e Ciurria la palla non l’hanno mai vista, stessa sorte è toccata anche agli attaccanti brianzoli subentrati in corsa. A conferma che con l’innesto di “Big Mec” il Lecce ha fatto un passo in avanti anche nella fase difensiva. Ora la sosta, poi alla ripresa del campionato chi giocherà accanto a Lucioni?


© RIPRODUZIONE RISERVATA