Lecce show a Frosinone (0-3), il Monza travolto in casa: giallorossi secondi dietro all'Empoli. Più vicino il sogno di tornare in A

Sabato 20 Marzo 2021 di Francesco BUJA

Il Lecce come Annibale Barca, che devastò Frosinone durante la seconda guerra punica: la truppa di Corini espugna il “Benito Stirpe” , trainata da Massimo Coda. Il re dei marcatori della serie B approfitta di un rimpallo in area sulla sua conclusione, insiste e trafigge Bardi, al 63’ minuto. Poi, al 68’ fallisce il rigore, ma è stato bravo il portiere frusinate a pararlo. Un minuto più tardi l’attaccante giallorosso buca la rete con un sinistro che piega i guanti di Bardi. Quarta doppietta consecutiva per Coda.

Lecce inarrestabile. Nel primo tempo nessuna emozione, solo un sussulto causato dal Frosinone con un tiro di Tribuzzi. All’inizio della ripresa il palo dei padroni di casa, i quali poi hanno subìto la veemenza dei salentini. Lo show di Coda, poi il bel gol di Rodriguez, che segna con un pallonetto dal limite dell’area di rigore, annichilisce la squadra di Alessandro Nesta. Truppa giallorossa proiettata verso la serie A. Il  Lecce è ora secondo in classifica alle spalle dell'Empoli (vittorioso in casa per 1-0 sull'Entella), giacché il Monza è stato travolto sul terreno amico dal Venezia (1-4). Se il campionato finisse adesso, insomma, i giallorossi sarebbero promossi in serie A. Un sogno che si avvicina. 

CLASSIFICA

Empoli 59 punti
Lecce 52
Monza 50
Venezia 49

LA PARTITA

93': finita: Lecce batte Frosinone per tre a zero

90': assegnati tre minuti di recupero

88': pallonetto di Mancosu da circa venti metri, palla fuori

85': Gol! Rodriguez lanciato sulla trequarti, avanza in velocità e supera il portiere in uscita con un favoloso pallonetto: 0-3

82': giallorossi alla ricerca del terzo gol: Nikolov, appena entrato al posto di Majer, calcia su passaggio filtrante di Mancosu verso il primo palo: Bardi si oppone coi pugni

80': dal Frosinone solo un colpo di testa, finito alto, da parte di Novakovich. Altri cambi voluti da Nesta: dentro Brignoli e Parzyszek, fuori Tribuzzi e Novalovich . E Corini mandato in campo Mancosu e Rodriguez per il bravo Henderson e Pettinari. Angoli per i padroni di casa, su uno dei quali Curado copisce di testa ma non centra la porta. Poi il tiro forte ma impreciso di Carraro.

69': Gol! stop di Coda, il tiro che piega le mani a Bardi: 0-2

68': Coda dagli undici metri, ma Bardi para!

66': Vitale abbatte Pettinari: rigore per il Lecce

65': sinistro di Majer da venti metri, ma c'è Curado. Poi forze fresche per i padroni di casa: dentro Carraro e Ciano, fuori Maiello e Brighenti

60':  il Frosinone prova a macinare gioco, i salentini si difendono attentamente. Poche conclusioni: Tribuzzi ha calciato alto e, sull'altro fronte, il tiro di Coda è stato respinto da Szyminski

53': Gol! Coda calcia, palla rimpallata, ci riprova e gol: 0-1

47': palo del Frosinone: Tribuzzi a botta sicura sul legno

46': comincia il secondo tempo. Il Lecce deve riuscire a saltare l'uomo, perché gli avversari sono ben schierati. Nessuna sostituzione durante l'intervallo

 

SECONDO TEMPO

Un primo tempo a corrente alternata tra Frosinone e Lecce: prima tentativi di sbloccare il risultare su entrambi i fronti, poi una fase calante, senza emozioni. Unico sussulto al 24' minuto procurato dai padroni di casa, quando Tribuzzi ha impegnato Gabriel, Null'altro, ma è evidente che le squadre si temono l'un l'altra. E ancora nessun gol.

45': senza recupero, finisce il primo tempo. Ancora zero a zero

43': la punizione, battuta da Tachtsidis, è deviato dalla barriera in corner

42’: Coda si invola verso la porta, viene spintonato: punizione al limite dell’area di rigore. Ammonito Vitale, autore del fallo

40': latitano le emozioni. il Lecce avanza più volte, ma sterilmente. Si registra un tentativo dei salentini con Pettinari: il suo tiro si è infranto su Szyminski. Poi Brighenti ha  smorzato in angolo l'avanzata di Coda

30’: squadre poco incisive in avanti, il gioco si frammenta, non più profumo di serie A in campo, bensì di camomilla.

24': occasione creata dal Frosinone: sinistro del centrocampista Tribuzzi, risposta di Gabriel

20’: squadre decise a cercare il gol: ci ha provato Iemmello dal limite dell’area di rigore, Gabriel ha bloccato; poi Coda si è avventato su una palla vagabonda ma il suo sinistro è stato deviato in angolo dal difensore Curado. Frosinone alle grandi manovre, il Lecce attende nella propria metà di campo per poi colpire: Henderson ha provato a impensierire Bardi ma il suo destro era debole

10': inizio scoppiettante. I padroni di casa aggrediscono subito la corazzata giallorossa e guadagnano due corner nei primi minuti. Poi parata di Gabriel sul tiro di Curado e sull'altro fronte conclusione di Tachtsidis da circa  venticinque metri, palla non lontana dalla porta. Poi ancora il Frosinone in avanti: sinistro di Vitale che Maggio manda in angolo.

1’: sfida cominciata allo stadio “Benito Stirpe”. Calcio d’inizio al Lecce.
I canarini non schierano Gori dal primo minuto; al suo posto gioca Tribuzzi. Nesta ieri ha compiuto 45 anni: festeggerà oggi con un buon risultato?

LA DIRETTA

La trasferta del Frosinone può rivelarsi la classica buccia di banana per il Lecce, lanciato verso la promozione diretta in serie A dopo aver superato in classifica la Salernitana e a un punto dal Monza, secondo in classifica. E' l'undicesima giornata di ritorno del campionato cadetto, calcio d'inizio alle 14. I ciociari sono reduci dal pareggio senza gol sul campo del Chievo Verona, prima del quale hanno rimediato la sconfitta casalinga col Brescia. Contro i veneti, però, i canarini sono riusciti a creare occasioni da gol, quindi il Lecce non deve abbassare la guardia contro un avversario, che mira ad accedere agli spareggi per il grande salto. Ma che non vince in casa dal 5 dicembre, quando, alla decima giornata di andata, sconfisse per 3-2 il Chievo Verona. Molto probabilmente Nesta schiererà il centrocampista Mirko Gori, che nella precedente partita era stato costretto ad abbandonare il campo a causa di un colpo al costato. Per i salentini sarà assente, perché squalificato, il mediano Morten Hjulmand, che si è rivelato una pedina fondamentale nello scacchiere disegnato da Corini. I giallorossi potranno scavalcare il Monza anche con l’aiuto del Venezia, qualora questo giochi un brutto scherzo ai brianzoli. All’andata il confronto fra giallorossi e frusinati finì 2-2.

LE FORMAZIONI

Frosinone (3-5-2): Bardi; Brighenti, Szyminski, Curado; Salvi, Maiello, Tribuzzi, Kastanos, L. Vitale; Iemmello, Novakovich. In panchina: Iacobucci, Capuano, Gori, Boloca, Ariaudo, D’Elia, Carraro, Vitale, Ciano, Parzyszek, Zampano, Brignola. Allenatore: Alessandro Nesta.


Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Lucioni, Meccariello, Gallo; Majer, Tachtsidis, Björkengren; Henderson; Coda, Pettinari. In panchina: Bleve, Vigorito, Pisacane, Paganini, Mancosu, Yalçin, Stepinski, Nikolov, Dermaku, Zuta, Maselli, Rodriguez. Allenatore: Eugenio Corini.

Arbitro: Dionisi de L’Aquila.

Ultimo aggiornamento: 21 Marzo, 17:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA