Il mercato immobiliare secondo le preferenze degli italiani

Il mercato immobiliare secondo le preferenze degli italiani
A cura di PIEMME S.p.a - INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
3 Minuti di Lettura
Giovedì 10 Novembre 2022, 00:00

Il settore del mercato immobiliare in Italia è uno di quegli ambiti che si caratterizzano per essere al centro dell’economia del Paese. Dopo il rallentamento che si è verificato negli anni scorsi, adesso la situazione sembra essere ripresa in modo positivo. Le ultime analisi sull’argomento e sui trend dell’immobiliare in Italia mostrano che, in seguito ad una vera e propria ripresa che si è registrata nel corso del 2021, la situazione è davvero interessante anche nel corso del 2022. Si è evidenziata una continuità del trend positivo che ha caratterizzato, nell’ambito delle compravendite immobiliari, la nostra penisola nell’anno scorso.

La ripresa del mercato immobiliare
Un punto di riferimento per valutare il mercato immobiliare attuale, per esempio anche riguardo agli annunci di case in vendita selezionate, è costituito dal sito Immobiliovunque.it. Questo portale prende in considerazione soltanto gli annunci selezionati che vengono segnalati dalle agenzie immobiliari.

Così ci si può fare un’idea più precisa di come oggi nel mercato degli immobili in Italia il trend dimostra davvero una ripresa importante. Già gli esperti all’inizio dell’anno avevano fatto delle previsioni con delle aspettative significative.

Ma adesso, se esaminiamo gli ultimi dati a disposizione, ci accorgiamo che i numeri vanno anche oltre ciò che era previsto, nel senso dell’incremento. I dati appaiono ancora più evidenti, se si fa il confronto con quelli relativi allo stesso arco di tempo nel 2021.

Per quanto riguarda gli acquisti e le vendite delle abitazioni, sono in testa sicuramente le grandi città dell’Italia, come Roma e Milano. La capitale ha mostrato un quadro di crescita del 9% su base annuale. Davvero un record, visto che numeri di questo genere non si raggiungevano più dal 2007.

A Milano l’incremento delle transazioni ha toccato quota +17,5%. I quartieri a cui molti guardano sono soprattutto Bicocca e Isola.

Quali sono le case che suscitano più interesse
Senza dubbio la pandemia ha cambiato alcune abitudini, anche nel modo di vivere la casa. Basti pensare che molti hanno fatto ricorso allo smart working e questo ha influito sensibilmente nel far desiderare delle case con delle caratteristiche particolari.

Infatti oggi l’interesse è rivolto soprattutto nei confronti delle abitazioni con spazi più ampi, in modo da avere una stanza almeno da adibire ad ufficio o a luogo di lavoro in generale.

Si vede benissimo nei dati delle compravendite immobiliari per il fatto che nel 2018, quindi prima della pandemia, il 39% guardava più al bilocale, mentre le abitazioni con più di quattro camere erano riservate all’interesse di circa il 9% degli acquirenti.

Oggi, invece, i numeri si sono invertiti, perché, se ci riferiamo soprattutto ai principali capoluoghi di regione, il trilocale raggiunge il 40,2% degli interessi. Anche il quadrilocale va per la maggiore, con percentuali di circa il 24%.

Si è avuto da questo punto di vista un cambiamento significativo. Infatti negli anni passati il bilocale poteva corrispondere meglio alle esigenze anche delle giovani coppie, per iniziare ad avviare ad avere una casa di proprietà. Oggi, invece, le soluzioni abitative con più stanze rappresentano il punto di riferimento.

Ci sono poi altri dati che confermano come le famiglie che si spostano o che comprano casa per la prima volta vorrebbero avere almeno la disponibilità di uno spazio esterno, come un giardino o un terrazzo. Questo porta a cambiamenti che non si possono trascurare, perché il 40% dei nostri connazionali, pur di avere una casa con un giardino, sarebbe disposto anche ad andare ad abitare non al centro, ma nelle periferie. Il 36% dichiara espressamente di voler andare a vivere fuori città, in modo da avere un più diretto contatto con gli ambienti caratterizzati dalla natura.