Covid, l'occupazione dei posti letto sale al 10% in tre giorni

Domenica 2 Gennaio 2022

Sale al 10% l'occupazione dei posti letto negli ospedali pugliesi dopo l'aumento vertiginoso dei casi covid registrati negli ultimi giorni. In tre giorni, dal 29 dicembre 2021 al primo gennaio 2022, l'occupazione dei posti letto Covid nei reparti di Medicina in Puglia è passata dal 7 al 10%, un incremento repentino dopo che per diverse settimane è rimasto sotto la soglia del 6%. Peggiorata la situazione anche nelle terapie intensive, dove il 27 dicembre la percentuale di occupazione dei letti da parte di pazienti positivi al virus era ferma al 4%, mentre ieri, ultima rilevazione Agenas, era pari al 6%. Soglie che, comunque, garantiscono alla Puglia ancora la permanenza in zona bianca.

La campagna vaccinale in età pediatrica

Anche oggi nell'hub vaccinale della Fiera del Levante a Bari 600 bambini hanno avuto accesso alla prima vaccinazione anti Covid. Tra musica, scherzi e intrattenimento è stata buona l'affluenza anche in questa domenica di inizio anno: tanti i genitori che hanno scelto la protezione dei più piccoli dal virus. Oggi hanno ricevuto il vaccino i piccoli alunni di quattro istituti: 17esimo circolo didattico Poggiofranco, Istituto tecnico Perone - Levi, Isola dei birichini e Asilo Snupy.

«Le famiglie hanno ormai acquisito fiducia nella vaccinazione - spiega il direttore generale della Asl di Bari, Antonio Sanguedolce - e la fiducia cresce giorno dopo giorno. Continua ad essere importante il contatto con le scuole che garantisce percorsi vaccinali organizzati e puntuali». Le vaccinazioni pediatriche continuano dunque senza sosta: sono finora 12.234 le somministrazioni registrate in provincia di Bari e finora la copertura con prima dose della fascia di età 5-11 anni è al 16 per cento nel territorio provinciale e al 21 per cento nella città di Bari.

Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio, 14:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA