Salvini si converte alla Ue, ok al Recovery e migranti: il nuovo corso leghista

Martedì 9 Febbraio 2021 di Barbara Acquaviti

Si può «buttare il cuore oltre l'ostacolo» a Roma, persino dire con nonchalance - come non fossero mai esisti i casi Gregoretti e Open Arms - che il tema dell'immigrazione va affrontato attraverso «l'adozione della legislazione Ue». La folgorazione europeista di Matteo Salvini sulla via di Mario Draghi, però, scatena il panico nella Lega a Bruxelles. Perché oggi, poco dopo che il segretario avrà incontrato il premier incaricato per il secondo...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 10:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA