Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Lecce, riapre via Silvio Pellico: rivoluzione nel quartiere San Pio

Lecce, riapre via Silvio Pellico: rivoluzione nel quartiere San Pio
3 Minuti di Lettura
Lunedì 28 Febbraio 2022, 20:38 - Ultimo aggiornamento: 21:54

Con un simbolico taglio del nastro con residenti e commercianti del quartiere, l'Amministrazione comunale ha riaperto la strada che connette via Silvio Pellico con via Cavalieri di Vittorio Veneto, diventata finalmente pubblica. In questo modo, si rompe dopo 15 anni, l’isolamento urbanistico che ha penalizzato chi vive e lavora in quella zona di San Pio. 

Il nuovo attraversamento

La nuova strada sarà denominata via Libero Grassi e permetterà agli abitanti del quartiere di raggiungere la Chiesa Santa Maria della Porta, le attività commerciali, le scuole e le poste senza dover effettuare un lungo giro. 

La cronologia dell'opera

Questi i passaggi più importanti compiuti dal Comune, dal 2017 ad oggi, per sbloccare la riapertura dell'arteria. Dopo un lungo contenzioso giudiziario che ha origine nel 2007, si è proceduto prima, in Consiglio comunale, alla variante urbanistica svincolando il destino della strada da quello del cantiere al quale era legata e poi, grazie alla dichiarazione di pubblica utilità dell’opera, alla conseguente acquisizione al patrimonio comunale che ha fatto seguito ad un accordo per la cessione intercorso con la famiglia ex proprietaria della strada. 

Nelle prossime settimane, sulla base del progetto definitivo, inserito nel Programma triennale dei lavori pubblici per l'anno 2022, partiranno i lavori per dotare la strada di un nuovo manto stradale di marciapiedi, di un impianto di pubblica illuminazione composto da tre pali e della segnaletica stradale orizzontale e verticale. 

«Abbiamo voluto un momento di condivisione pubblica perché fosse una festa per tutti. Non senza fatica siamo riusciti a sbrogliare la complicata matassa – dichiara il sindaco Carlo Salvemini – che da quindici anni impediva la libera fruizione di questa importante arteria di collegamento nel cuore del quartiere San Pio, causando tanti disagi segnalati da residenti e commercianti. Aveva preso con loro l'impegno di una soluzione e raggiungiamo oggi questo risultato di cui beneficerà l'intera comunità. Per le soluzioni tecniche, ringrazio gli assessori ai Lavori Pubblici Marco Nuzzaci e all’Urbanistica Rita Miglietta e i rispettivi uffici, per la comunione d'intenti nel perseguire questo obiettivo ringrazio l'intero Consiglio comunale. Nelle prossime settimane, saremo impegnati a rifare il manto stradale della nuova via, dotandola di segnaletica e di pubblica illuminazione». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA