Cerca di rivendere la collana rubata alla Madonna, ma il negoziante chiama i carabinieri

Martedì 19 Novembre 2019

Era entrato nella chiesa della Trasfigurazione e rubato la cassetta delle offerte, con circa 150 euro, e la collana con la quale era adornata la Madonna del Rosario, a Scorrano, in provincia di Lecce. Poi aveva fatto i suoi bisogni sul crocefisso, senza accorgersi, però, della presenza delle telecamere di videosorveglianza all'interno del luogo di culto.

Ruba le offerte e la collana della Madonna, poi fa i suoi bisogni sul crocefisso: caccia al ladro

Dopo un'indagine lampo, i carabinieri - ai quali si era rivolto il parroco del paese, don Massimo - hanno individuato e denunciato il ladro sacrilego, che aveva suscitato sdegno e indignazione in tutta la comunità parrocchiana e sui social.

L'individuazione del ladro - R.D., 30enne pregiudicato di Gagliano del Capo - è stata possibile grazie allo spirito di osservazione di un titolare di un ComproOro a Tricase, al quale il ladro si era rivolto per piazzare la collana. Accortosi che si trattava di un monile religioso, il negozionate ha telefonato ai carabinieri di Tricase ed è scattato il foto-segnalamento. A quel punto, i militari agli ordini del capitano Alessandro Riglietti, hanno contattato i colleghi di Maglie, titolari dell'indagine e sono stati questi ultimi, guidati dal capitano Giorgio Antonielli, a denunciare il ladro a piede libero dopo aver perquisito la sua abitazione e aver rinvenuto gli abiti utilizzati il giorno del furto. La collana, del valore di circa 500 euro, è stata restituita al parroco.

Ultimo aggiornamento: 20 Novembre, 07:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA