Controlli antidroga in elicottero: arresti a Lecce, Maglie e Cutrofiano

Giovedì 10 Ottobre 2019

Hanno setacciato i cieli del Salento pizzicando una serie di persone, impegnate in attività di spaccio.
Si tratta dei "cacciatori" dei carabinieri che nella giornata di oggi hanno permesso la cattura di 4 persone.

 

Il primo arresto è stato effettuato a Cutrofiano
Piante di marijuana, bilancini di precisione e anche una pistola da guerra: è quanto sequestrato all'alba nell’operazione antidroga dei carabinieri del Norm di Gallipoli, che hanno portato a termine la perquisizione nell’abitazione di famiglia e nella casa di campagna di Salvatore De Donatis, 66 anni, di Cutrofiano. 

In casa con mezzo chilo di “erba”: arrestato un 35enne
Coca ed erba, arrestato 27enne leccese

L'operazione è scattata sulla base di pesanti sospetti sull'attività dell'uomo, a casa del quale i militari si sono di buon ora per eseguire un controllo, trovando un centinaio di grammi di marijuana.
Il vero bottino però era nella casa di campagna, dove i militari, coordinati dai colleghi cacciatori e mentre un elicottero dall’alto monitorava il tutto hnno trovato e sequestrato 13 involucri in cellophane contenenti complessivamente 861 grammi di marijuana ma anche una pistola automatica (da guerra) calibro 9%21 marca Zavstava con serbatoio completo di 7 cartucce, è saltata fuori dopo la perquisizione nell’abitazione di campagna in contrada Signorella sempre a Cutrofiano.

L’arma semiautomatica aveva la matricola illegibile e non risultava elencata nel catalogo nazionale delle armi comuni da sparo. Ulteriori indagini hanno consentito di accertare che la pistola presentava le caratteristiche funzionali per esplodere munizionamento come quello ritrovato all’interno dello stesso serbatoio.
Solo un mese fa nello stesso posto era stato arrestato il figlio di De Donatis, proprio per una piantagione di marijuana.

Il secondo arresto è scattato a Maglie
Luigi Golia, pregiudicato 47enne di Melpignano, è stato arrestato. All’interno della sua villa in campagna, gli uomini dell’Arma hanno rinvenuto 292 grammi di cocaina purissima, accuratamente nascosti in una colonnina per innaffiare. Oltre alla droga, anche due bilancini di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi e mille e 800 euro. Al termine della perquisizione, il 47enne è stato accompagnato a Borgo San Nicola.

A Lecce, in manette è finita invece Marcella Masiello, 49enne residente a SurboLa donna, vedova del pregiudicato Massimo Vitale, detto “Zio Peppe”, è stata trovata con 11,65 grammi di cocaina suddivisi in 24 dosi nell'abitazione in cui si trovava ai domiciliari. 

 

Ultimo aggiornamento: 18:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA