Torino, difende il fidanzato da un commento omofobo: 20enne pestata nei bagni di una discoteca

La ragazza ha risposto a tono a un commento omofobo fatto da alcuni sconosciuti ma uno di loro le ha rotto il setto nasale

Torino, difende il fidanzato da un commento omofobo: 20enne pestata nei bagni di una discoteca
di Alessia Strinati
2 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Giugno 2022, 14:52 - Ultimo aggiornamento: 14 Giugno, 13:06

Difende il suo fidanzato e viene aggredita. Una ragazza di 20 anni è stata massacrata di botte nei bagni della discoteca Whitemoon di corso Sebastopoli a Torino la sera di venerdì 10 giugno 2022. La giovane aveva difeso il fidanzato da un commento omofobo dovuto ai suoi capelli lunghi, ma la discussione si è trasformata in rissa.

Leggi anche > Vittoria, annegata a 5 anni: disposta l'autopsia. I bagnini: «Noi in pausa pranzo? C'è sempre qualcuno»

La 20enne ha deciso di raccontare l'accaduto sui social e lo ha fatto usanto TikTok dove ha postato una foto del suo volto tumefatto ricordando cosa è successo la sera del 10 giugno. Nel corso della serata del rapper Lazza lei e il compagno sono andati in bagno dove alcuni ragazzi hanno fatto dei commenti fuori luogo a cui la 20enne ha risposto a tono. A quel punto le si sono avvicinati tre giovani e uno le ha sferrato un pugno in faccia che l'ha mandata al tappeto provocandole la frattura del setto nasale.

La ragazza è stata subito portata in ospedale e medicata con una prognosi di 10 giorni. L'aggressore però è riuscito a fuggire nonostante il fidanzato della vittima lo abbia rincorso a lungo e per cercare di afferrarlo gli abbia persino strappato la maglietta. Proprio il compagno della 20enne ha fornito la descrizione dell'uomo e anche dei suoi due accompagnatori. Ora gli agenti sono sulle loro tracce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA