I volontari attaccano la sindaca e fanno ricorso al Tar sulle manutenzioni del verde: "Bando illegittimo"

Martedì 3 Ottobre 2017 di Sofia Unica
Volontari in azione

I comitati di volontari dicono no al nuovo regolamento del verde della giunta Raggi e fanno ricorso al Tar. Oggi il Comitato Parco Giovannipoli e il Comitato di Quartiere di Grotta Perfetta, con l’aiuto di Labsus, hanno notificato oggi il ricorso al Tar Lazio contro la determina che riguarda lo svolgimento di attività di volontariato per la manutenzione occasionale del verde cittadino. 
I comitati contestano le prescrizioni contenute nel modulo per la richiesta di autorizzazione, che - a loro avviso - impediscono il proseguimento dell’attività dei volontari perché aumentano i costi assicurativi e prevedono un percorso burocratico che rischia di limitare la possibilità di occuparsi della città da parte dei cittadini romani. «Ci siamo sentiti costretti per non sottostare a regole che - dichiarano i sostenitori del ricorso - mettono a rischio il lavoro che tanti cittadini svolgono volontariamente e a proprie spese. L’Amministrazione, in controtendenza rispetto a quanto accade in altre città italiane come Bologna, Torino, Bari ed in palese violazione del principio di sussidiarietà sancito all’art. 118 della Costituzione Italiana, blocchi dei cittadini impegnati in un’azione di tutela e salvaguardia di quei territori quando poi la stessa Amministrazione non è in grado di svolgere i suoi compiti istituzionali». Due le prossime mosse: il lancio della campagna #volontariaBUSYvi, che prevede l’autodenuncia di tutte le azioni di manutenzione ordinaria e straordinaria portate avanti dai Comitati e dalle Associazioni con l’obiettivo di sottolineare all’Amministrazione romana inadempiente il ruolo fondamentale dei cittadini; a metà ottobre, poi, si svolgerà il secondo incontro tra realtà di cittadinanza attiva che si occupano di aree verdi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA