Pestaggio brutale davanti a un bar, ragazzo in coma: arrestati due ventenni, erano fuggiti sull'Appennino

Si erano allontanati dalla città toscana cercando di nascondersi in un bed & breakfast dell'Appennino tosco-emiliano, ma sono stati arrestati dopo due giorni

Lunedì 23 Maggio 2022
Pestaggio brutale davanti a un bar, ragazzo in coma: arrestati due ventenni, erano fuggiti sull'Appennino

Sono andati a prenderli sull'Appennino bolognese dove, probabilmente, i protagonisti del pestaggio violento, pensavano di poterla fare franca in attesa che si calmassero le acque. Ma i due 20enni pratesi sono stati arrestati per tentato omicidio, dopo che un giovane di origine nordafricana è rimasto vittima della furia dei due ragazzi e, adesso, è ricoverato in coma nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Prato.

 

Leggi anche > Non vuole giocare con sua figlia: mamma picchia bimba al parco

 

La lite, secondo le prime ricostruzioni, è avvenuta giovedì 19 maggio davanti a un bar del quartiere pratese di San Paolo e sembra essere scoppiata per futili motivi. Due le persone, come riportato dal Tirreno, arrestate per tentato omicidio e lesioni gravissime: si tratta di due ventenni pratesi, fermati dalla polizia in provincia di Bologna.

 

Secondo quanto appreso si erano allontanati dalla città toscana cercando di nascondersi in un bed & breakfast dell'Appennino tosco-emiliano. Sabato 21 maggio, però, è avvenuto il fermo dei due ventenni: oggi attesa la convalida da parte del gip di Bologna. Riguardo alle condizioni del ferito, fonti sanitarie spiegano che sono «gravi ma stazionarie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA