Cerignola, stop a monopattini e bici elettriche nella zona della movida

Cerignola, stop a monopattini e bici elettriche nella zona della movida
3 Minuti di Lettura
Martedì 7 Giugno 2022, 18:29 - Ultimo aggiornamento: 18:41

Tolleranza zero per monopattini e bici elettriche a Cerignola: firmata l’ordinanza che vieta, fino alla fine dell'estate, il transito di monopattini e bici elettriche su Corso Roma e Corso Aldo Moro, ossia nella zona abitualmente utilizzata dai cittadini per il passeggio serale. Di pari passo saranno intensificati i controlli e le multe per i trasgressori.

L'ordinanza firmata in mattinata

 

Il sindaco di Cerignola, Francesco Bonito, ha firmato questa mattina l’ordinanza che riguarda “tutte le biciclette, i monopattini, i velocipedi, ogni altra tipologia di veicoli per la mobilità sostenibile, eccezion fatta per le biciclette a sola trazione muscolare”. Fino al 21 settembre, quindi, nelle ore di attivazione della ZTL (dalle 21 alle 2 del mattino) nessun veicolo elettrico potrà transitare su Corso Roma e Corso Aldo Moro (fino al tratto che raggiunge via Falcone e via Borsellino).

“Sarà tolleranza zero perché – sottolinea l’assessore alla sicurezza Teresa Cicolella- è inconcepibile proseguire oltre nella giungla di veicoli elettrici. Dal primo luglio vi saranno ulteriori 10 nuovi vigili per le strade di Cerignola e a settembre prossimo procederemo con nuovi concorsi per l’assunzione di altre due unità. Non solo: abbiamo vagliato appositi progetti per un maggiore controllo del territorio da parte della Polizia Locale in tutti i luoghi della movida e, di concerto con l’assessore alle attività produttive Sergio Cialdella, in tutte le attività commerciali irrispettose delle regole e questo potrà avvenire anche nelle fasce serali, fino a mezzanotte, per un più capillare monitoraggio della città, compresa, appunto, la verifica del transito delle bici elettriche in ZTL”.

Il sindaco Bonito

«Il ritorno anticipato della bella stagione - conclude il sindaco Bonito - e le tante segnalazioni dei cittadini ci hanno spinto a prendere provvedimenti celeri. Purtroppo, per quanto riguarda monopattini elettrici e biciclette elettriche, a livello nazionale non esiste ancora una normativa precisa e univoca. Non possiamo tollerare, però, che il passeggio dei nostri concittadini diventi un percorso ad ostacoli, oltretutto molto pericoloso: chi infrangerà le regole ne risponderà personalmente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA